Concorso Rai, bando anche per diplomati: requisiti, posti e come candidarsi

Luna Luciano

28/08/2022

29/08/2022 - 13:22

condividi

La Rai ha indetto un bando di concorso per 35 posizioni come impiegati e assistenti di redazione. Ecco tutto quello che c’è da sapere sui requisiti, le prove come fare domanda.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: requisiti, posti e come candidarsi

Lavorare per la Rai potrebbe non essere più un sogno ma un’occasione da cogliere al volo. La Rai, Radiotelevisione Italiana S.p.A., ha infatti pubblicato due bandi di concorso per il 2022 per 35 posti di lavoro in totale per impiegati e assistenti di redazione con contratto di apprendistato professionalizzante.

Il bando si rivolge ai giovani under 30. Gli aspiranti lavoratori Rai avranno tempo fino al 23 settembre 2022 per presentare la domanda per candidarsi.

Il concorso si articolerà in una prova scritta e un colloquio orale conoscitivo, durante il quale il candidato sarà esaminato dalla commissione anche su questioni tecniche. Per non lasciarsi scappare questa opportunità di lavoro è bene conoscere ogni informazione sui requisiti, sulle prove e soprattutto su come candidarsi. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: i posti, mansioni

I posti di lavoro offerti sono 35 in tutto. I due bandi di concorso della Rai sono un’occasione rivolta unicamente ai giovani under 30 in possesso del diploma e che prevede la firma di un contratto di apprendistato professionalizzante. I posti saranno così ripartiti:

  • 25 impiegati. L’impiegato Rai, a differenza di quello che si può pensare, svolge diverse attività amministrative, lavorando a contatto con i referenti delle numerose strutture aziendali e con i collaboratori esterni. A seconda del livello di competenza, gli impiegati potranno essere preposti a un’area specialistica di attività o al coordinamento di altri impiegati;
  • 10 assistenti di redazione. L’assistente di redazione si occupa di attività organizzativo-amministrative e di segreteria, svolgendo anche attività di supporto alla realizzazione dei prodotti giornalistici, utilizzando anche tecnologie informatiche, come l’elaborazione di materiali audio e video per assemblaggio, compattamento, finalizzazione dei prodotti per il web. Inoltre l’assistente di redazione si occupa di ricercare contenuti per il sistema di produzione del Tg.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: lo stipendio

A seconda della mansione per la quale si presenta la propria candidatura, l’aspirante lavoratore Rai potrà ambire a una diversa retribuzione:

  • l’impiegato Rai percepirà uno stipendio annuo lordo di ingresso pari a 21.500 euro, retribuzione poi destinata ad aumentare raggiungendo la cifra lorda minima di 24.000 euro allo scadere dei 36 mesi;
  • l’assistente di redazione invece percepirà uno stipendio annuo di ingresso pari a 23.200, che aumenterà fino a 26.400 euro allo scadere dei 36 mesi.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: quali sono requisiti

Per poter presentare la propria domanda alla Rai ed essere ammessi a ricoprire uno dei 35 posti con contratto di apprendistato professionalizzante, i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, o regolare permesso di soggiorno per cittadini di Paesi non appartenenti all’Ue.
  • età compresa tra i 18 e i 29 anni e 364 giorni;
  • diploma quinquennale di scuola media secondaria superiore;
  • patente di guida (B) richiesta solo agli aspiranti assistenti di redazione;
  • non essere stati licenziati dalla Rai;
  • non aver svolto un periodo di lavoro presso altro datore di lavoro con mansioni corrispondenti a quelle offerte della Rai per un periodo superiore a 18 mesi;
  • non essere già alle dipendenze della Rai;
  • non aver già stipulato con Rai uno o più contratti di lavoro subordinato per lo svolgimento delle mansioni offerte dai due nuovi bandi Rai.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: prove

Dopo essersi accertati di essere in possesso di tutti i requisiti e di aver correttamente inviato la domanda, è necessario conoscere la struttura del bando di concorso. Come riportato dal bando, il concorso si articolerà in due fasi. Dopo aver selezionato i primi 625 aspiranti impiegati e i primi 250 concorrenti al posto di assistente di redazione, i candidati accederanno a:

  • la prova preselettiva scritta con risposta multipla, che avverrà da remoto;
  • il colloquio tecnico e conoscitivo che si terrà a Roma.

Concorso Rai, bando anche per diplomati: come candidarsi

Per presentare la candidatura per i concorsi Rai per i 35 posti di lavoro c’è tempo fino alle ore 12.00 del 23 settembre 2022.

La domanda di partecipazione al concorso pubblico deve essere compilata e trasmessa esclusivamente per via telematica alla sezione «Lavora con noi» del sito Rai, previa registrazione.

Dopo aver selezionato la mansione per la quale ci si candiderà bisognerà compilare un modulo online e allegare i seguenti documenti:

  • curriculum vitae in formato europeo aggiornato con fotografia. Nel caso sia già inserito il candidato deve comunque compilare il modulo;
  • certificato o copia di diploma con indicazione della votazione;
  • copia del certificato di conoscenza della lingua inglese riconosciuto dal Miur, solo se dichiarato all’interno della domanda;
  • copia di patente automobilistica per gli aspiranti assistenti di redazione.

Iscriviti a Money.it