Concorso ANSFISA 114 posti contratto a tempo indeterminato: requisiti, domanda e prove

Claudio Garau

06/07/2022

06/07/2022 - 22:26

condividi

In un periodo certamente non povero di selezioni pubbliche, ecco il bando di concorso per esami mirato ad assumere 114 funzionari tecnici a tempo pieno ed indeterminato. I dettagli.

Concorso ANSFISA 114 posti contratto a tempo indeterminato: requisiti, domanda e prove

La partecipazione ad un concorso pubblico, ovvero la selezione che non di rado porta ad un posto di lavoro stabile e a tempo indeterminato, continua a rappresentare una opzione di sicuro interesse per moltissimi diplomati e laureati. Perciò se stai considerando di prepararti per qualche nuova prova scritta ed orale, sperando di conquistare l’ambito posto fisso, dà un’occhiata alla selezione di cui ora diremo.

Di questi giorni è infatti la notizia della pubblicazione del bando di concorso, con cui l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (ANSFISA) intende fare nuove assunzioni.

La selezione per esami prevede il reclutamento di un totale di 114 unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno ed indeterminato, per le esigenze della sede e delle articolazioni centrali e territoriali dell’Amministrazione. In particolare, l’Agenzia intende assumere «Funzionari», area tecnica, profilo professionale di funzionario tecnico, posizione economica C1 e CCNL comparto funzioni centrali - tabelle retributive ENAC.

Di seguito intendiamo fare una panoramica sui punti chiave della selezione in oggetto, chiarendoti quali sono i requisiti di partecipazione, le materie da studiare, le prove e come fare domanda. Ecco ciò che ti serve sapere sul concorso pubblico ANSFISA.

Figure ricercate, competenze e sede di lavoro presso ANSFISA

Prima di vedere più da vicino il bando in oggetto, ti chiariamo che tipo di funzionari l’Agenzia sta cercando. Le persone selezionate dovranno avere competenze e svolgere funzioni nei seguenti ambiti:

  • sicurezza delle infrastrutture ferroviarie e stradali e dei relativi impianti;
  • analisi del rischio, sistemi di gestione della sicurezza e normativa di settore, con compiti di verifica e controllo;
  • metodologie e tecniche di progettazione e procedure autorizzative dei sottosistemi fissi e dei veicoli ferroviari;
  • attività ispettiva e attività di verifica.

Nel testo del bando di concorso ANSFISA per 114 funzionari tecnici l’ente indica che il luogo di lavoro, per il personale oggetto del presente bando, sarà individuata tra la sede e le articolazioni centrali e territoriali dell’Agenzia. Ciò in considerazione della scelta prioritaria degli stessi candidati vincitori, tra le sedi (e le numerosità) disponibili alla data della scelta.

Ovviamente all’interno del testo del bando di concorso si precisa che la selezione seguirà criteri di pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro.

Quali sono i requisiti per partecipare?

I candidati per i profili di cui al citato bando devono essere in possesso alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione, ed anche alla data di assunzione in servizio, dei requisiti generali in elenco:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro UE o essere familiari di un cittadino UE senza la cittadinanza di uno Stato membro (a specifiche condizioni);
  • possesso del diploma di laurea quinquennale (DL) in Ingegneria ai sensi dell’ordinamento previgente, o corrispondenti Laurea Magistrale (LM) o Laurea Specialistica (LS), emesso da università statali e non statali accreditate dal MIUR;
  • conseguimento dell’abilitazione allo svolgimento della professione di ingegnere;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • pieno godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere sottoposti a misure di sicurezza detentive, a libertà vigilata o a misure di prevenzione;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una PA per persistente insufficiente rendimento;
  • non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego pubblico;
  • mancanza di condanna penale o provvedimento comunque definitivo del giudice, per reati che impediscano la costituzione del rapporto di impiego con la PA o per reati che comunque comportino la destituzione da pubblici uffici;
  • non interdizione dai pubblici uffici o assenza di misure che, per legge, escludono l’accesso agli impieghi presso le PA;
  • non essere incompatibili con lo status di dipendente pubblico, sulla scorta della attuale normativa;

Inoltre, per i candidati di sesso maschile nati anteriormente al 1986, occorre avere una posizione regolare con riferimento agli obblighi di leva militare. In ogni caso, per ulteriori dettagli sui requisiti di partecipazione al concorso ANSFISA, si rinvia al testo integrale del bando.

Ti ricordiamo altresì che, come è nella prassi consolidata in questo ambito, l’Agenzia si riserva la facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso. Va da sé che l’accertata mancanza anche di uno solo di questi requisiti comporta l’esclusione dalla selezione.

Come funzionano le prove di selezione? La prova preselettiva e la prova scritta

Potrà essere prevista una prova preselettiva, con somministrazione di 60 quiz a risposta multipla. Oggetto della prova saranno le materie previste nel programma d’esame, mentre i quesiti saranno basati sulla soluzione di problemi - usando vari tipi di ragionamento (logico, deduttivo) e facendo leva sulle proprie attitudini. Lo svolgimento effettivo di detta prova dipenderà dal numero totale dei partecipanti alla selezione.

Ad essa seguirà una prova scritta, consistente nella redazione di un dettagliato elaborato mirato a verificare le conoscenze del candidato. Essa verterà, a scelta del candidato stesso, su una delle tre tracce proposte dalla Commissione esaminatrice, con estrazione tra quelle aventi oggetto Ingegneria civile, scienza e tecnica delle costruzioni; Ingegneria industriale e meccanica; Ingegneria elettrica ed energetica. Queste sono le materie da studiare per sostenere questa tappa della selezione.

Nell’allegato B al bando di concorso potrai comunque consultare nel dettaglio l’elenco degli argomenti delle materie della prova scritta.

Le materie trattate nella prova orale

La prova orale del concorso ANSFISA consiste in un colloquio riguardante i seguenti temi:

  • le materie di cui alla prova scritta;
  • ponti stradali e ferroviari – costruzioni esistenti;
  • sistemi di Gestione della sicurezza;
  • elementi di tecnica e principi di sicurezza della circolazione ed interoperabilità
    ferroviaria;
  • tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • normativa in materia di prevenzione e contrasto della corruzione;
  • fonti dell’ordinamento UE;
  • conoscenza della lingua inglese;
  • verifica delle abilità informatiche.

La Commissione esaminatrice stilerà la graduatoria finale di merito, sommando i punteggi conseguiti nella valutazione della prova scritta con il punteggio della valutazione della prova orale, in riferimento ai candidati che superino la votazione minima prevista per la prova d’esame scritta. Anche qui, nessuna novità rispetto alla prassi consolidata in tema di concorsi pubblici.

Come fare domanda per partecipare al concorso ANSFISA?

Come indicato nel comunicato ad hoc in GU, i soggetti interessati dovranno fare domanda di ammissione servendosi soltanto della piattaforma IoLavoroNelPubblico, visibile sul sito web istituzionale dell’Agenzia - sezione Bandi di Concorso in Amministrazione Trasparente. Perciò fai attenzione alle specifiche modalità di candidatura: se non le rispetterai, la conseguenza sarà la non ammissione al concorso.

Alla piattaforma in oggetto potrai accedere con lo SPID o attraverso apposita procedura di registrazione. In particolare, in Gazzetta Ufficiale si precisa altresì che la registrazione, la compilazione e l’invio via web della domanda di ammissione al concorso ANSFISA per funzionari tecnici, debbono essere completati entro il trentesimo giorno decorrente dal giorno posteriore a quello di pubblicazione dell’avviso della selezione in GU. Il concorso scade il 4 agosto, ore 17.

All’interno della domanda di ammissione dovrai peraltro alcune informazioni di rilievo primario, sotto la tua responsabilità e con autocertificazione. Tra esse ovviamente quelle relative ai dati anagrafici e quelle che indicano di avere tutti i requisiti di partecipazione di cui al bando.

Quota di partecipazione e documenti da portare al concorso

Per la partecipazione al concorso ANSFISA funzionari tecnici, ricorda anche che dovrai versare, a pena di esclusione, una quota di partecipazione corrispondente a 10 euro. Le modalità di pagamento (a mezzo PagoPA) sono indicate nel testo integrale del bando di concorso.

Ricorda inoltre che, per sostenere le prove, dovrai portare con te copia della domanda di ammissione e un valido documento di identità. Mentre i candidati che non si presenteranno nei giorni e nell’ora previsti per sostenere le selezioni, saranno considerati esclusi dal concorso.

Infine che il testo integrale del bando di concorso è liberamente consultabile sul sito web istituzionale dell’Agenzia www.ansfisa.gov.it, alla sezione Bandi di Concorso in Amministrazione Trasparente.

Argomenti

# Lavoro