Come diventare e quanto guadagna un cameraman?

Alessandro Cipolla

02/02/2017

02/03/2021 - 10:52

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Come diventare e quanto guadagna un cameraman? Ecco una serie di utili consigli per sapere come intraprendere questa professione sempre bella e affascinante.

Come diventare e quanto guadagna un cameraman? Questa è la domanda che si sono fatti almeno una volta nella vita tutti quei ragazzi che, affascinati dallo sfavillante mondo del cinema e della TV, hanno pensato di avviarsi alla professione.

Prima di vedere però come diventare e quanto può guadagnare un cameraman, bisogna prima capire bene in cosa consiste il lavoro, che può mutare molto a seconda che si lavori per il cinema, per la TV o si è un freelance.

L’operatore di ripresa, meglio conosciuto come cameraman, può essere una figura indipendente o lavorare per un regista o direttore della fotografia. Deve avere competenze tecniche molto specifiche, ma anche una buona dose di creatività per poter trarre il meglio da determinate inquadrature.

Vediamo allora come diventare e quanto guadagna un cameraman, ricordando sempre che si tratta di un lavoro dove serve passione, tecnica e attitudine.

Come diventare un cameraman?

Per diventare un cameraman non esiste un’unica strada o un’unica scuola. Alla base comunque ci devono essere una buona conoscenza della fotografia e della regia sia cinematografica che televisiva.

Quindi diciamo che sostanzialmente non ci si può inventare cameraman da un giorno all’altro, ma bisogna già possedere una passione e un bagaglio di conoscenze pregresse. Ciò non toglie che comunque anche un neofita si può avvicinare alla professione.

Per diventare un cameraman solitamente bisogna aver compiuto 18 anni, avere a disposizione una telecamera e frequentare uno dei tanti corsi di formazione. Naturalmente i corsi variano molto per tipologia e anche costo.

Ogni Centro Sperimentale di Cinema organizza corsi per diventare cameraman, con l’Accademia del Cinema che è sicuramente la scuola più famosa dove provare ad entrare per avviarsi al mestiere.

Esistono anche un’infinità di corsi organizzati da enti e privati sul come diventare cameraman. L’importante è sempre accertare che alla fine del corso venga rilasciato un attestato di partecipazione e che questo poi possa avere un valore nella ricerca di un lavoro.

Solitamente in un corso per diventare cameraman si alternano lezioni teoriche a quelle pratiche, che vanno dalla conoscenza della camera ai sistema di ripresa. Importante poi è iniziare fin da subito ad esercitarsi a lavorare in gruppo, perché l’operatore è impegnato quasi sempre a stretto contatto con il direttore della fotografia e con il regista.

Una volta completato il corso, un cameraman è pronto a giocarsi le sue chance nel mondo del lavoro. I settori sono vari, dalla TV al cinema fino ai documentari e ai lavori come freelance.

Ogni campo si differenzia dall’altro, quindi è importante capire al meglio quale possa essere il settore che più ci può piacere o che ci può dare maggiori sbocchi lavorativi.

Quanto guadagna un cameraman?

Il lavoro del cameraman è molto variegato e quindi, di conseguenza, anche il livello retributivo varia anche di molto a seconda dei casi. Un operatore della Rai o di un film importante sicuramente guadagnerà molto più di uno di un corto o di una TV locale.

Un cameraman di buona esperienza può guadagnare in una TV nazionale tranquillamente almeno 1.500 euro al mese, con la cifra che può crescere anche di molto in alcuni casi. Nel cinema invece la paga è o giornaliera o secondo contratto.

La cifra per un film può essere molto sostanziosa, però bisogna sempre ricordare che un cameraman cinematografico a volte lavora anche solo pochi mesi l’anno. Il discorso cambia molto per un ragazzo alle prime armi.

Un cameraman alla prima esperienza, magari in una piccola TV locale, di solito guadagna sui 500 euro. Naturalmente lo stipendio può essere anche maggiore, ma diciamo che questa è la cifra da cui solitamente si parte.

I cameraman freelance alcuni lavorano con partita IVA. In questo caso la paga è giornaliera e varia seconda se la telecamera viene fornita o deve essere portata dall’operatore. Un’ora di lavoro di un cameraman freelance può andare dai 10 euro fino ai 25 euro.

Detto questo la speranza è che chiunque voglia intraprendere il mestiere del cameraman ora possa avere le idee più chiare, sia su come avviarsi alla professione sia su quali guadagni potersi aspettare.

Argomenti

# Cinema

Iscriviti alla newsletter

Money Stories