Codice della strada, novità per i neopatentati: ecco cosa potrebbe cambiare

Claudia Mustillo

25/07/2022

25/07/2022 - 17:56

condividi

L’emendamento «Edoardo» e la volontà di fermare le stragi in auto del fine settimana. Per i neopatentati potrebbe arrivare il divieto: solo un passeggero in auto.

Codice della strada, novità per i neopatentati: ecco cosa potrebbe cambiare

Importanti novità al Codice della strada per i neopatentati: «vietato guidare con più di un passeggero dalla mezzanotte alle 5». L’emendamento vuole contrastare i numerosi incidenti sulle strade. Nel mese di luglio è stato registrato il record di morti: 42 decessi in un solo fine settimana, e di questi una buona percentuale è stata registrata nella fascia di età 18-24 anni.

Le vittime degli incidenti stradali sono davvero numerose, nel 2020 sono stati registrati 2.395 morti in Italia e, non dobbiamo dimenticare, che per un lungo periodo ci sono state molte restrizioni per gli spostamenti. Un’indagine a livello europeo, come riporta Il Messaggero, il numero di incidenti stradali in cui sono coinvolti giovani fino a 30 anni rappresenta il 25% del totale. Le cause principali sono: inesperienza, estrema fiducia nelle capacità e immaturità.

L’emendamento «Edoardo» per contrastare le stragi di giovani nei weekend

L’emendamento «Edoardo», nasce dopo un incidente mortale che ha coinvolto un ragazzo di 17 anni, a Roma, lo scorso gennaio. La vittima viaggiava a bordo di un’auto guidata da un 18enne, neopatentato. Il ragazzo morto nell’incidente si chiamava Edoardo Divino e la mamma Giulia Barillaro, insieme all’amico Francesco Spanò (direttore del personale dell’Università Luiss) ha presentato un emendamento per vietare ai neopatentati di trasportare più di una persona a bordo, durante le ore serali.

“Ai nostri ragazzi non bastano solo la famiglia o la scuola guida. Serve lo Stato”, ha detto Giulia Barillaro nel suo discorso all’8° Commissione in Senato, al momento della presentazione dell’emendamento. L’obiettivo è aiutare i giovani e prevenire incidenti attraverso l’escamotage del divieto di viaggiare con più di un passeggero a bordo dalla mezzanotte alle cinque di mattina, questo per evitare distrazioni e ridurre i rischi derivanti dalle comitive di ragazzi in auto.

L’emendamento “Edoardo” si inserirebbe alla perfezione nell’art. 186-Ter del Codice della Strada, subito dopo il 186-bis che sanziona la “Guida sotto l’influenza dell’alcool per conducenti di età inferiore a ventuno anni, per i neopatentati e per chi esercita professionalmente l’attività di trasporto di persone o cose”.

Cosa cambierebbe per i neopatentati?

All’interno dell’emendamento “Edoardo” sono previste alcune regole che, se approvate, tutti i neopatentati non importa a quale età si consegua la patente, dovranno rispettare. Ai conducenti di età inferiore a ventuno anni e ai conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria B è vietato:

Guidare con più di un passeggero dalla mezzanotte alle 5 (art.1);
pena un’ammenda che va dagli 800 ai 3.200 euro e l’arresto da sei mesi a un anno.