Codice della strada, sono sbagliate le novità pensate da Salvini: i risultati del sondaggio

Alessandro Cipolla

12 Giugno 2023 - 14:51

condividi

I risultati del sondaggio di Money.it: per il 69% dei rispondenti le novità al codice della strada pensate dal ministro Matteo Salvini sarebbero sbagliate.

Codice della strada, sono sbagliate le novità pensate da Salvini: i risultati del sondaggio

Codice della strada, sono sbagliate le novità pensate da Matteo Salvini. Questo è il responso del sondaggio lanciato da Money.it mentre ancora riecheggiano le polemiche sul disegno di legge, che preso dovrebbe approdare in Parlamento, contenente nuove disposizioni per quanto riguarda le auto, i monopattini elettrici e forse anche le biciclette.

Codice della strada e le novità pensate da Salvini Codice della strada e le novità pensate da Salvini I risultati del sondaggio

Come si può vedere dai risultati del sondaggio, che ricordiamo non ha un valore scientifico ma soltanto indicativo non essendo stato realizzato a campione, per il 69% dei rispondenti le novità al codice della strada pensate dal ministro Matteo Salvini sarebbero sbagliate.

Non sarebbe un caso così che Matteo Salvini, poco dopo aver elencato in Parlamento le novità pensate per il codice della strada, in una intervista a Libero abbia fatto una sorta di rettifica in merito a uno dei punti più contestati: casco, assicurazione, targa e freccia, dovrebbero diventare obbligatori solo per i monopattini elettrici e non per le biciclette.

Per avere un quadro più completo però si dovrà aspettare qualche settimana: a breve infatti il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrebbe svelare cosa sarà contenuto nel disegno di legge che intende modificare il codice della strada.

Codice della strada: il sondaggio boccia Salvini

In attesa di capire se anche per le biciclette e non solo per i monopattini elettrici diventeranno obbligatori casco, assicurazione, targa e freccia, per quanto riguarda le auto tutto sembrerebbe essere confermato.

Il nuovo codice della strada così per quanto riguarda le automobili dovrebbe prevedere l’alcol lock, ovvero un dispositivo che sarà obbligatorio installare per chi ha subito una condanna per guida in stato di ebbrezza e che impedisce l’avvio del motore se il tasso alcolemico dovesse risultare superiore a zero.

Poi c’è il cosiddetto ergastolo della patente che, in determinati casi, porterà al ritiro a vita del documento, con il disegno di legge che dovrebbe contenere delle novità anche per quanto riguarda gli autovelox.

Anche se la maggioranza può contare su numeri ampi in Parlamento, il testo contenente le proposte di Salvini per il codice della strada potrebbe subire delle modifiche nelle varie commissioni e, di conseguenza, non è detto che tutte le novità previste alla fine possano essere approvate.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO