La Cina si concentra al proprio interno: Xi Jinping inizia il terzo mandato e aumenta il nazionalismo

Lorenzo Bagnato

18/10/2022

18/10/2022 - 14:46

condividi

Ventesimo Congresso del Partito Comunista cinese. È quasi certo che Xi Jinping rimarrà in carica per un terzo mandato, diventando il leader cinese più potente dai tempi di Mao Zedong.

La Cina si concentra al proprio interno: Xi Jinping inizia il terzo mandato e aumenta il nazionalismo

Non c’è Paese al mondo più misterioso agli occhi occidentali della Cina. Mentre il resto del pianeta è preoccupato per l’escalation e l’evoluzione della guerra in Ucraina, molti temono che la Cina agisca di fretta e invada Taiwan.

Dopotutto, è perfettamente sensato nell’ottica occidentale. Mentre tutti sono distratti, la Cina potrebbe risolvere il suo più importante dossier di politica estera e chiudere una volta per tutte il problema di Taiwan. Molti analisti concordano sul fatto che la conquista di Taiwan sia la chiave per Pechino per sfidare finalmente gli Stati Uniti come superpotenza mondiale. Con Taiwan, la Cina può guardare verso l’Oceano Pacifico, al momento un mare interno americano, considerando tutti gli alleati di Washington nella regione.

Questo era, secondo molti, l’obiettivo finale di una crescita economica lunga decenni. Ora, la Cina è la seconda economia mondiale e la sua ambigua amicizia con la Russia fa rabbrividire ogni analista militare occidentale.

Eppure, il discorso di Xi Jinping al Congresso del Partito Comunista ha un tono diverso. Xi Jinping è il leader indiscusso della Cina dal 2012, e la norma lo vedrebbe dimettersi dal suo incarico ora, dopo dieci anni e due mandati. Ma molti pensano che, con questo Congresso, manterrà la presidenza della Cina e la presidenza del Partito Comunista per un terzo mandato. Questo lo renderebbe il leader cinese più potente dai tempi di Mao Zedong.

Discorso di Xi Jinping: meno crescita e più nazionalismo

Quindi, questo Congresso storico assicurerà a Xi Jinping almeno altri cinque anni di governo. Probabilmente rimescolerà il suo gabinetto, cambiando i 7 membri permanenti del Politburo (in pratica l’organo esecutivo della Cina) con quelli più giovani. Il suo discorso di apertura di 2 ore ha definito le azioni politiche cinesi per i prossimi 5 anni. E non è quello che molti occidentali si sarebbero aspettati.

Innanzitutto, il suo intervento ha confermato la «politica zero Covid» in corso. La Cina è l’unica grande economia che continua a combattere la pandemia di Covid con rigide restrizioni, come il blocco completo nelle principali città. Secondo molti analisti, questa politica ha manomesso la crescita della Cina. Nonostante sia stata l’unica grande economia a gonfiare il proprio Pil nel 2020, la politica zero Covid ha colpito l’economia di Pechino.

Con la crescente disoccupazione e un traballante mercato immobiliare, la Cina sembra costantemente sull’orlo della recessione. Elemento che, in tutta onestà, al momento condivide con molti altri Paesi. Ma i motivi della Cina sono unici: la sua insistenza nelle restrizioni Covid. Per contrastarlo, Xi Jinping ha anche confermato l’abbandono definitivo del libero mercato. Il governo centrale deve garantire «l’equità sociale» per ridurre la disuguaglianza, ha affermato Xi.

La Cina imporrà sempre più controlli sulle sue attività, assicurandosi che seguano la linea del partito e bilanciando attentamente la crescita con il rischio di recessione. Xi l’ha chiamata «crescita di alta qualità», diversa dalla rapida accumulazione di capitale a cui siamo così abituati in Occidente.

Quindi, la Cina ha deciso di rallentare la sua economia e concentrarsi sull’interno. Il capitalismo con caratteristiche cinesi ha appena preso completamente un altro significato. Molti si chiedono se la Cina consideri ancora possibile un’invasione di Taiwan. Ogni Paese, quando raggiunge una certa quantità di potere, ha due scelte: concentrarsi verso l’interno per i benefici del cittadino o concentrarsi verso l’esterno per il potere nazionale.

Questo Congresso potrebbe definire una volta per tutte la strada che la Cina deciderà di intraprendere.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il giorno 2022-10-17 15:42:37. Titolo originale: China focuses inward as Xi Jinping starts third term, increasing nationalism

Argomenti

# Taiwan

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Selezionati per te

Correlato