Chi è Emilio Carelli e perché ha lasciato il Movimento 5 Stelle

Mario D’Angelo

2 Febbraio 2021 - 18:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

«Il Movimento ha perso la sua anima», afferma l’ex giornalista Mediaset Emilio Carelli annunciando la sua uscita dal M5S.

Chi è Emilio Carelli e perché ha lasciato il Movimento 5 Stelle

Nel bel mezzo delle consultazioni per la formazione del nuovo governo, il deputato Emilio Carelli annuncia la sua uscita dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle. Lo fa con un lungo post su Facebook, in cui afferma di aver assistito troppe volte a scelte sbagliate e “persone sbagliate e incompetenti nei posti sbagliati”.

L’ormai ex Cinquestelle dichiara inoltre di volersi proporre come aggregatore di una nuova componente “Centro - Popolari Italiani”, di destra moderata e quindi vicina a Forza Italia (che giorni fa si è detta disponibile a sostenere un governo di alto profilo).

Carelli: M5S ha perso la sua anima

Addio a un Movimento che ha perso la sua anima”, ha scritto oggi l’ex giornalista Mediaset e deputato Emilio Carelli su Facebook.

Alla decisione, aggiunge il parlamentare, arrivata “dopo una lunga riflessione ed un bilancio di questi quasi tre anni trascorsi in Parlamento”, “ha contribuito anche il triste spettacolo di queste ultime settimane con il tentativo di compravendita di singoli parlamentari delle opposizioni”.

Non solo: Carelli motiva la scelta, utilizzando argomentazioni simili a quelle di Matteo Renzi, “l’inadeguatezza del piano di attuazione del Recovery Fund”.

L’obiettivo di Carelli, entrando nel Gruppo Misto alla Camera, è quello di fondare una nuova componente “che potrebbe diventare una casa accogliente per tutti i colleghi che intendono lasciare il Movimento ma temono di restare isolati”. Una “componente moderata, di centro destra” e “in sintonia col PPE”.

Chi è Emilio Carelli

Nato a Crema nel 1952, Carelli dal 1980 al 2003 è giornalista Fininvest. Partecipa alla fondazione del Tg5, che conduce anche nell’edizione delle 13. Nel 2000 lascia la televisione per fondare TgCom, sempre all’interno del gruppo Mediaset. Nel 2003 fonda Sky Tg24.

Nel gennaio 2018 si candida alla Camera dei Deputati per il Movimento 5 Stelle, con cui condivide “i valori della trasparenza, dell’onestà, della voglia di cambiare un certo sistema dei partiti”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories