CDU: chi è Annegret Kramp-Karrenbauer, erede della Merkel

Mario D’Angelo

07/12/2018

08/12/2018 - 00:02

condividi

Nota con l’acronimo AKK, Annegret Kramp-Karrenbauer è stata eletta nuova leader della CDU. Ecco chi è l’erede di Angela Merkel

CDU: chi è Annegret Kramp-Karrenbauer, erede della Merkel

La leader dell’Unione Cristiano-democratica (CDU) oggi ha un nuovo nome: quello di Annegret Kramp-Karrenbauer, 56 anni, conosciuta anche come AKK. Ma chi è il nuovo capo di quello che è stato definito «l’ultimo partito popolare d’Europa»?

La cancelliera Angela Merkel aveva già annunciato a fine ottobre che non si sarebbe ricandidata alle elezioni federali del 2021. Kramp-Karrenbauer è stata eletta oggi al congresso di Amburgo, dove 1001 delegati si sono riuniti per scegliere il nuovo presidente.

Al primo turno Annegret Kramp-Karrenbauer ha preso 450 preferenze, Friedrich Merz 393 e Jens Spahn 157. Al ballottaggio AKK ha battuto Merz con 517 voti a 482. Vince così la candidata più vicina alla cancelliera, che qualche giornale aveva persino definito klein-Merkel, «la piccola Merkel».

La carriera di AKK

Annegret Kramp-Karrenbauer è stata Ministerpräsident (letteralmente «Ministro presidente») del Saarland, stato federato tedesco da meno d’un milione di abitanti. Ha ricoperto tale posizione per ben 7 anni, dal 2011 al 2018.

Benché sia stata da sempre considerata la candidata preferita di Angela Merkel, ha una storia politica e privata molto diversa da quest’ultima. Merkel è figlia di un pastore luterano dell’ex Germania est; AKK proviene da una famiglia cattolica del Saarland, al confine con la Francia.

Nata nell’agosto del 1962 nella città industriale di Völklingen (dove vive tutt’oggi), AKK si è unita al CDU ancora studentessa, a 19 anni. È stata la prima donna a diventare ministro degli Affari Interni (nel 2000) e ancora la prima ad essere eletta Presidente del Saarland. Il marito Helmut Karrenbauer ha lasciato il lavoro di ingegnere per occuparsi dei tre figli e permettere alla moglie di dedicarsi alla carriera politica.

La formazione cattolica si riflette nelle sue posizioni su alcuni temi «caldi»: è nota, infatti, per essersi opposta ai matrimoni omosessuali. Ha inoltre posizioni rigide sull’aborto e sull’Islam. Al tempo stesso ha da sempre lottato per i diritti dei lavoratori e degli immigrati, e da questo punto di vista conta di portare avanti le politiche di Merkel in merito d’accoglienza. Un tema che ha visto sempre più opposizione anche in Germania.

Argomenti

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it