ChatGPT non funziona (ancora). Cosa succede?

Gabriele Marrone

4 Giugno 2024 - 17:33

ChatGPT non funziona ancora, nonostante OpenAI affermi di aver risolto tutti i problemi. Cosa sta succedendo?

ChatGPT non funziona (ancora). Cosa succede?

Continuano i problemi per l’intelligenza artificiale generativa più utilizzata al mondo. ChatGPT non funziona ancora. La piattaforma è risultata inattiva diverse ore nella giornata del 4 giugno e per alcuni utenti il suo utilizzo è ancora impossibile.

Secondo i sistemi OpenAI, ChatGPT è tornato di nuovo attivo dalle 13:45 (ore italiane), eppure diversi utenti in Italia lamentano ancora che ChatGPT non funziona, sia nella versione gratuita che in quella premium. Nella schermata di dialogo con l’AI appare uno totalmente bianco e nella finestra di dialogo non è possibile inoltrare i propri messaggi.

Al momento non sono stati condivisi ulteriori dettagli su cosa potrebbe aver causato l’interruzione del servizio o sui problemi che molti utenti hanno riscontrato.

ChatGPT non funziona, cosa succede?

Come anticipato, ancora non sono stati resi noti i motivi della “grave interruzione” - così l’ha definita la stessa OpenAI - del servizio offerto da ChatGPT.

Sebbene OpenAI affermi di aver identificato i problemi che rendevano impossibile utilizzare il servizio, alcuni utenti non riescono ancora ad usarlo.

ChatGPT non funziona ChatGPT non funziona La scherma visualizzata da alcuni utenti che non riescono ancora a utilizzare la piattaforma

ChatGPT ha smesso di funzionare alle ore 09:21 di questa mattina, martedì 4 giugno. Le prime avvisaglie sono state divulgate su X (ex Twitter), in cui diversi utenti affermavano l’impossibilità di avviare il chatbot da Chrome. La problematica in un primo momento sembrava interessare maggiormente i dispositivi mobili. L’app ChatGPT su Android per ore si bloccava nella schermata di accesso, un segnale che i problemi non erano limitati a una singola piattaforma.

Quando gli utenti tentavano di effettuare ricerche e porre domande all’AI, ChatGPT rispondeva con un «Errore interno del server». Anche gli abbonati alla versione Premium hanno riscontrato problemi di connessione.

Ma il disservizio non ha coinvolto tutti gli utenti. In diversi casi risultava comunque possibile utilizzare il servizio normalmente.

L’ultimo grave malfunzionamento di ChatGPT è avvenuto lo scorso 23 maggio, quando il servizio ha riscontrato problemi per oltre 8 ore.

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo