Di Maio: carcere per gli evasori nella Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019: tra le ultime novità fiscali il Governo sta valutando un provvedimento che preveda il carcere per gli evasori. Lo ha dichiarato Di Maio che ha parlato inoltre di pace fiscale e reddito di cittadinanza.

Di Maio: carcere per gli evasori nella Legge di Bilancio 2019

Affianco alla pace fiscale e tra le varie novità da inserire nella prossima Legge di Bilancio 2019 il vicepremier del M5S Luigi Di Maio ha proposto un provvedimento che disponga “il carcere per chi evade”.

Lo ha dichiarato il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio su Instagram in risposta al rischio che anche i lavoratori in nero possano prendere il reddito di cittadinanza, il cavallo di battaglia del Movimento 5 stelle e tra le principali novità fiscali che il Governo intende inserire nella Legge di Bilancio 2019.

Ci saranno sanzioni pesantissime e persino il carcere per gli evasori che dichiarano il falso con l’intenzione di ingannare lo Stato e gli italiani onesti.

Questo è quanto dichiarato negli ultimi giorni dal leader del M5S Di Maio che intende inserire accanto alla Legge di Bilancio 2019 un decreto ad hoc per la pace fiscale.

Carcere per gli evasori nel decreto sulla pace fiscale

Il Governo sta pensando di snellire la prossima Legge di Bilancio 2019 e rendere a sé stante il testo della pace fiscale, con un decreto collegato alla Manovra che preveda il carcere per gli evasori fiscali.

In generale il Governo del Cambiamento intende varare un provvedimento dedicato alla pace fiscale da collegare alla prossima Legge di Bilancio 2019, dove rientrerebbero diverse misure fiscali con relativi e specifici disegni di legge.

Stando così le cose, anche il reddito di cittadinanza potrebbe trasformarsi in una proposta di legge autonoma con il proprio decreto collegato alla Legge di Bilancio 2019.

Intanto per quel che riguarda il testo della pace fiscale, esso si affiancherebbe al decreto fiscale in corso d’opera che, tra le varie disposizioni, pare voglia stabilire il carcere per gli evasori.

Le dichiarazioni di Luigi Di Maio su novità fiscali e Legge di Bilancio 2019

Sono numerose le recenti dichiarazioni rilasciate dal leader del M5S Di Maio riguardo le novità fiscali che il Governo intende inserire nella Legge di Bilancio 2019, nonché le diverse misure, tra cui la pace fiscale, per cui si sta valutando di emanare un testo autonomo al fine di snellire la prossima Finanziaria.

Cominciamo andando a vedere le dichiarazioni del leader del M5S Di Maio pubblicate su Instagram:

“Le sanzioni per chi dichiara il falso sono pesantissime. Non ci sarà nessuna pietà per chi cerca di fregare lo Stato e gli altri cittadini. In ogni caso, i furbi non vanno premiati e infatti a fine settembre nel decreto fiscale verrà previsto il carcere per chi evade.”

In tema di pace fiscale il vicepremier Di Maio ha poi dichiarato che la proposta della Lega di un condono fino a un milione di euro è inaccettabile, anche perché tra gli obiettivi principali c’è quello di alzare le pensioni minime a 780 euro e dare il reddito di cittadinanza a tutti i cittadini italiani.

A tal proposito il Ministro del Lavoro Di Maio afferma che il reddito di cittadinanza sarà esteso ai cosiddetti working poors, ovvero i lavoratori che vivono al di sotto della soglia di povertà. Saranno poi previste sanzioni pesantissime, fino al carcere, per i soggetti che dichiareranno il falso sul reddito di cittadinanza.

Di Maio ha poi assicurato che non sarà effettuato alcun taglio ai servizi sanitari e saranno inoltre previsti rimborsi per i risparmiatori frodati dalle banche, ed ha aggiunto “manterremo le promesse a manterremo i conti in ordine. Possiamo andare fin dove dobbiamo finanziare misure”.

Infine, nel post pubblicato su Twitter alcune ore fa il leader pentastellato ha comunicato di voler seguire l’“esempio” della Francia.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Legge di Bilancio

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.