Capelli, come proteggerli da sole e mare: consigli e prodotti

8 Luglio 2022 - 15:26

8 Luglio 2022 - 15:28

condividi

Intervista esclusiva all’hair stylist Antonio Morici, che ci svela le armi vincenti per avere anche in estate una chioma sana e lucente

Capelli, come proteggerli da sole e mare: consigli e prodotti

Estate: tempo di mare, sole, sabbia… E di creme solari. Se ormai (quasi) tutti sono ben consapevoli della necessità di proteggere la pelle dai raggi UV, soprattutto durante i primi giorni di esposizione, pochi sanno che anche i capelli richiedono cure specifiche.

Sole, cloro, salsedine e vento, infatti, sono tra i principali nemici estivi dei capelli e della loro disidratazione: se non vengono protetti a dovere, il rischio è quello di ritrovarsi a fare i conti con chiome spente, crespe, secche e dal temuto «effetto paglia». 

A confermarlo è l’hair stylist Antonio Morici, colui che cura, tra le altre, anche il look di molte attrici del piccolo e del grande schermo: «È vero, spesso ci si dimentica dei capelli. Questo perché, a differenza di quanto avviene per la pelle, la chioma non si scotta, quindi non avvertiamo nessun tipo di bruciore o prurito.

In questo modo siamo indotti a pensare che i capelli non soffrano quando prendiamo il sole. In realtà non è così. Senza demonizzare il sole, che ha anche i suoi effetti benefici, come la stimolazione nel produrre vitamina D, se esponiamo i capelli al sole negli orari centrali della giornata (e per di più senza proteggerli) avremo due tipi di problemi:

  • il primo a livello del fusto, che si assottiglierà creando danni alla cheratina (struttura principale di cui è costituito il capello). Si tratta di un danno irreversibile, perché mentre la pelle si autoripara, i capelli no. Le conseguenze saranno disidratazione e secchezza del fusto, sbiadimento del colore, doppie punte.
  • Il secondo danno, invece, avviene a livello cutaneo. Il sole bollente, l’alta umidità, la salsedine surriscaldano e infiammano il cuoio capelluto, con conseguente alterazione del microcircolo cutaneo che porta ad una maggiore difficoltà delle radici a ricevere ossigeno e nutrimento».

Proteggere i capelli tuttavia è possibile. Come? Quali sono i prodotti da usare e come funzionano?

«Certo che è possibile, basta acquistare un kit di 3 prodotti specifici per l’estate (shampoo, conditioner e olio solare). L’importante è che contengano i filtri Uva e Uvb, fondamentali per proteggere i capelli.

L’olio solare protettivo ha la funzione di proteggere i capelli e nutrirli al contempo, lo shampoo, attraverso un sistema chelante, ha la funzione di rimuovere i residui della salsedine o del cloro, mente il conditioner (o la maschera) ha la funzione di reidratare e nutrire i capelli.

Mi raccomando, però, quest’ultimo va applicato sempre a capelli tamponati prima con un asciugamano, perché l’eccesso dell’acqua non fa altro che diluire e rendere meno efficace l’azione idratante e nutriente del prodotto».

Ogni quanto devono essere utilizzati questi prodotti?

«Per quel che riguardo l’olio va applicato sempre 30 minuti prima dell’esposizione al sole, perché l’attivazione dello schermo protettivo non è mai immediato. Va poi riapplicato tutte le volte che si esce dall’acqua e se è possibile dopo aver sciacquato i capelli con acqua dolce. Per lo shampoo basterà una applicazione al giorno».

Esistono rimedi fai-da-te utili per proteggere ancora di più la nostra chioma?

«Sì, certo. Io consiglio di fare degli impacchi all’olio di cocco, che ha un potere protettivo e nutriente, o, in alternativa, al burro di Karitè. In generale, comunque, raccomando sempre di procurarsi un cappellino o dei foulard, meglio se di cotone o lino, e di colore chiaro, perché se l’olio protettivo serve maggiormente per proteggere i capelli, il cappellino proteggerà la cute».

Professionista Professionista L'hair stylist Antonio Morici

Quanto è importante proteggere i capelli anche per chi resterà in città? 

«L’importanza è direttamente proporzionale a quanto ci si espone al sole. Faccio un esempio: se per andare in ufficio uso la macchina o i mezzi pubblici, l’esposizione al sole sarà minima, ma se scelgo di andarci in bicicletta o a piedi, allora la protezione è necessaria».

Per chi ancora non è partito, esistono cure specifiche da fare prima di esporsi al sole? È necessario preparare i capelli a sole e salsedine, magari seguendo una haircare routine?

«Assolutamente si! Esistono dei trattamenti di ricostruzione molto efficaci che vanno a riparare i danni che i capelli subiscono durante l’anno, per esempio con l’utilizzo di piastre, ferri arricciacapelli, o a seguito di servizi tecnici eseguiti dal parrucchiere che, per quanto possano essere fatti al meglio, inevitabilmente sensibilizzano molto la chioma.

Queste ricostruzioni, costituite da concentrati a basso peso molecolare, quindi studiate per penetrare in profondità, sono ricche di proteine e sostanze idratanti e sono mirate per rigenerare i capelli. Più i capelli sono sani e rigenerati, meno sarà il danno che subiranno con l’esposizione al sole e alla salsedine».

I capelli colorati richiedono più cure?

«I capelli colorati, essendo trattati da un servizio tecnico che spesso viene ripetuto più volte durante l’anno, hanno assolutamente bisogno di più cure. Il segreto, infatti, è curarli tanto tutto l’anno».

Per l’asciugatura, meglio usare sempre il phon o preferire una asciugatura naturale almeno al mare?

«Io sono un sostenitore dell’asciugatura al naturale con esposizione al sole. Meno phon e piastre si usano in estate, più i vostri capelli vi ringrazieranno. Phon e piastre disidratano molto i capelli, e in un periodo come quello estivo, in cui sono già sottoposti ad agenti atmosferici parecchio invasivi, sicuramente una sana asciugatura all’aria aperta rappresenta un vero e proprio toccasana.

E poi l’estate è il periodo perfetto per dare libero sfogo alla creatività con dei raccolti, perfetti per la sera: dallo chignon messy alla coda di cavallo, dalle trecce fino all’effetto wet ispirato all’iconica scena in cui Bo Derek in 007 usciva dall’acqua con un bikini mozzafiato».

Al rientro dalle vacanze è consigliato sottoporsi a qualche trattamento per ridare volume e lucentezza ai capelli danneggiati da sole e salsedine? 

«È assolutamente consigliato: i capelli al ritorno dalle vacanze estive sono delle spugne secche, e quindi assetate di sostanze idratanti e rigeneranti. Sottoporsi a trattamenti rigeneranti a ridosso dal rientro delle vacanze aumenta l’efficacia dei trattamenti proprio in termini di assorbimento».

Argomenti