Fair Play Finanziario: la UEFA apre un’indagine sul Manchester City

La UEFA apre un’indagine nei confronti del Manchester City per possibili violazioni dei paletti del Fair Play Finanziario

Fair Play Finanziario: la UEFA apre un'indagine sul Manchester City

La UEFA apre ufficialmente un’indagine nei confronti del Manchester City di Pep Guardiola. Lo ha ha reso noto la Camera d’inchiesta dell’organismo indipendente di controllo finanziario dei club della UEFA.

La decisione di aprire l’indagine arriva dopo che il sito web Football Leaks ha rivelato alcuni dei documenti che attesterebbero che il club inglese avrebbe violato i paletti del Fair Play Finanziario.

Se confermate dall’indagine avviata dalla UEFA, le presunte violazioni porterebbero a una punizione calcistica ed economica drammatica per il Manchester City: l’esclusione dalle coppe europee.

Inoltre in una nota diramata alla stampa, la UEFA ha dichiarato che non farà più alcun commento sulla vicenda almeno fino a quando l’indagine non sarà del tutto conclusa.

Le presunte violazioni del Fair Play Finanziario

La UEFA esaminerà i documenti di Football Leaks che accusano il Manchester City di aver aggirato i paletti del Fair Play Finanziario dando vita a dei presunti contratti di sponsorizzazione fittizi.

Si parla quindi di 60 milioni di sterline che sarebbero stati versati nelle casse del Manchester City non da altre aziende, ma direttamente dalla proprietà araba Abu Dhabi United Group.

Tra l’altro, il club inglese ha già violato una volta il Fair Play Finanziario. Nel 2014 il Manchester City è stato multato per 49 milioni di euro. Multa poi ridotta alla luce delle misure adottate dalla società per mettere a posto i conti.

Questa volta però se l’indagine della UEFA dovesse confermare le ipotesi di Football Leaks, scatterebbe in automatico l’esclusione da ogni competizione europea fin dall’anno prossimo.

La risposta del Manchester City

Dopo aver preso conoscenza dell’apertura dell’indagine della UEFA, il club inglese ha pubblicato sul proprio sito ufficiale un comunicato stampa che mira ad attestare l’innocenza della società:

"​Il Manchester City accoglie l’apertura di un’indagine formale da parte dell’Uefa come un’opportunità per mettere fine alle speculazioni nate dall’appropriazione illegale e pubblicazione fuori contesto di mail del City.

Le accuse di irregolarità finanziarie sono completamente false e non hanno fondamento. I conti pubblici del club sono pieni e completi e materia di registrazione legale e regolatoria".

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Calcio

Argomenti:

Calcio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.