Bonus idrico, ecco come ottenere il rimborso di mille euro

Emiliana Costa

13/06/2022

13/06/2022 - 14:58

condividi

Conto alla rovescia per la possibilità di sfruttare il bonus idrico fino a mille euro. Ma come ottenere il rimborso? Entriamo nel dettaglio.

Bonus idrico, ecco come ottenere il rimborso di mille euro

Conto alla rovescia per la possibilità di sfruttare il bonus idrico. Ovvero l’agevolazione voluta dal ministero della Transizione Ecologica per sostenere gli interventi di efficientamento dei consumi idrici. Il 30 giugno è la data ultima per chiedere il rimborso.

Ma cos’è esattamente il bonus idrico e quali sono gli interventi interessati? La misura consiste nel rimborso fino a mille euro delle spese effettuate nel corso del 2021. La spesa sostenuta dovrà riguardare la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. Ma come ottenere il rimborso? Entriamo nel dettaglio.

Bonus idrico 2022, cos’è e come ottenerlo

Ci sono due settimane di tempo per sfruttare ancora il bonus idrico, ovvero l’agevolazione voluta dal Ministero della Transizione Ecologica per sostenere gli interventi di efficientamento dei consumi idrici.

La misura consiste nel rimborso fino a mille euro delle spese fatte nel corso del 2021. Per chiedere il rimborso sarà necessario collegarsi al portale dedicato entro il 30 giugno 2022.

Il provvedimento riguarda la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. L’obiettivo è l’efficientamento dei consumi idrici.

Bonus idrico, le condizioni per richiederlo e i beneficiari

Il bonus idrico può essere richiesto solo una volta e per un solo immobile per interventi di efficientamento, fino a esaurimento delle risorse stanziate. Quindi chi ha inoltrato prima la domanda avrà maggiore possibilità di usufruire della misura.

Secondo quanto previsto dal governo, i beneficiari del bonus idrico sono «i maggiorenni residenti in Italia, titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su edifici esistenti, nonché di diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari».

Non è tutto. Il bonus idrico è alternativo e non cumulabile a medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale relative alla fornitura, posa in opera e installazione degli stessi beni.

Il rimborso arriva fino a un massimo di mille euro per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Una volta accertato il raggiungimento dei requisiti necessari a ricevere il rimborso, il bonus viene accreditato sull’Iban del beneficiario in un’unica soluzione.

Secondo gli ultimi dati aggiornati al 3 giugno 2022, sono 15.146 le domande presentate, di cui 12.211 complete con tutta la documentazione e i dati richiesti. La media del rimborso richiesto è di 754 euro, per un totale di oltre 9,2 milioni di euro. Per richiedere il bonus, è necessaria la validazione delle domande da parte di Sogei.

Iscriviti a Money.it