Bonus 1.000 euro collaboratori, nuovo pagamento a novembre: ecco per chi

Bonus Co.Co.Co. per un altro mese: il Ministro dell’Economia annuncia il pagamento di 1.000 euro a novembre in favore dei collaboratori.

Bonus 1.000 euro collaboratori, nuovo pagamento a novembre: ecco per chi

Bonus Co.Co.Co. ci sarà nel nuovo Decreto Ristoro: come confermato dal Ministro dell’Economia - Roberto Gualtieri - tra gli aiuti che presto verranno introdotti in favore di imprese e lavoratori ci sarà anche la conferma del bonus collaboratori da 1.000 euro.

L’ultima mensilità di questo bonus - erogato in favore dei Co.Co.Co. - c’è stata a maggio, come riconosciuto dal Decreto Rilancio (dlgs 34/2020). Tuttavia, a differenza del bonus Co.Co.Co. erogato a marzo e maggio - di importo pari a 600 euro - per quello pagato a maggio è stato sì aumentato il valore a 1.000 euro ma nel contempo sono stati introdotti ulteriori requisiti che ne hanno ridotto la platea dei beneficiari.

Con il Decreto Rilancio, infatti, è stato deciso di concedere il bonus 1.000 euro solamente a coloro che avevano perso un contratto di collaborazione a causa della crisi sanitaria. Lo stesso dovrebbe valere per il nuovo bonus collaboratori da 1.000 euro annunciato dal Ministro Gualtieri; d’altronde, con il Decreto Ristoro dovrebbero essere stanziati appena 5 miliardi di euro e per questo motivo bisognerà limitare di molto la platea dei beneficiari degli aiuti erogati dallo Stato in favore di imprese e lavoratori che pagano le conseguenze delle restrizioni introdotte per contrastare la ripresa dei contagi.

Bonus Co.Co.Co. anche a novembre: importo da 1.000 euro, ecco per chi

Con l’introduzione di ulteriori restrizioni che andranno a ridurre il fatturato di alcune attività lavorative è necessario prevedere nuove forme di ristoro per le imprese e i lavoratori. Per questo motivo si torna a parlare di contributi a fondo perduto, o anche di bonus una tantum per alcune categorie di lavoratori (ecco quali).

Per i disoccupati vi sarà poi un’ulteriore mensilità del Reddito di emergenza, mentre per i Co.Co.Co. che a causa delle restrizioni introdotte hanno perso il rapporto di collaborazione sarà riconosciuto ancora il bonus da 1.000 euro.

A tal proposito, è bene ricordare quelli che erano i requisiti previsti dal Decreto Rilancio, in quanto questi potrebbero essere presi d’esempio per il riconoscimento di questa nuova tranche.

Nel dettaglio, il bonus 1.000 euro riconosciuto a maggio spettava ai soli collaboratori coordinati e continuativi che:

  • risultano iscritti in via esclusiva alla Gestione separata;
  • non percepiscono la pensione;
  • hanno cessato involontariamente la collaborazione nel periodo che va dal 24 febbraio al 19 maggio 2020.

Ebbene, è molto probabile che per questa nuova tranche l’orizzonte temporale suddetto venga esteso, fino ad arrivare a coloro che hanno cessato involontariamente la collaborazione entro la data di entrata in vigore del Decreto Ristoro (che dovrebbe arrivare nei primi di novembre).

Ciò vorrebbe dire che per chi ha già ricevuto il bonus collaboratori a maggio gli ulteriori 1.000 euro potrebbero essere erogati in automatico; chi invece ha perso la collaborazione dopo il 19 maggio, ma comunque entro la data di entrata in vigore del nuovo provvedimento, dovrà necessariamente presentare domanda.

Ricordiamo comunque che i dettagli in merito devono essere ancora discussi; non appena ci saranno novità a riguardo vi terremo prontamente aggiornati.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories