Bollette luce e gas, altri rincari del 100% in arrivo: da quando raddoppiano e perché pagheremo di più

Rosaria Imparato

3 Agosto 2022 - 16:16

condividi

Nuovi rincari per le bollette di luce e gas in arrivo: ecco perché pagheremo di più e da quando sono previsti gli aumenti.

Bollette luce e gas, altri rincari del 100% in arrivo: da quando raddoppiano e perché pagheremo di più

Sono previsti nuovi aumenti per le bollette, stavolta del 100%. L’allarme viene direttamente da Arera e riguarda sia le utenze del gas che quelle della luce. I rincari, quindi, non sono legati solo all’aumento dei prezzi del gas, e all’inflazione in generale. Il motivo degli ennesimi rialzi dei costi riguarda gli insoluti dei morosi e i fallimenti delle imprese.

La situazione economica per le famiglie italiane non accenna a migliorare. Secondo gli ultimi dati Istat elaborati dal Codacons, oggi il tasso di inflazione acquisita per il 2022 è pari al +6,7%. In termini pratici vuol dire che, a parità di consumi, gli italiani subiscono nel corso dell’anno un aggravio di spesa pari a complessivi 53,5 miliardi di euro per l’acquisto di beni e servizi rispetto al 2021, a causa proprio dell’aumento di prezzi e tariffe.

Per quanto riguarda gli aumenti relativi alle bollette e in generale dei costi per la casa, l’energia elettrica è aumentata dell’85,3%, il gas del 42,7%, con una spesa maggiore per gli apparecchi elettrici per la casa del 13,8%, i condizionatori d’aria 9,9% e frigoriferi, freezer del 9,8%.

Bollette luce e gas raddoppiate: perché ci sono altri rincari in arrivo e da quando

Le bollette di luce e gas subiranno dei rincari del 100%, ovvero, raddoppieranno. Gli aumenti sono previsti a partire dal 1° ottobre: in soli tre mesi ci troveremo a dover pagare il doppio per le utenze. Il rischio sollevato da Arera è quello di trovarci di fronte a un crescendo di morosità dovuto alle famiglie e alle imprese che per mancanza di liquidità o fallimenti tra i venditori di energia non hanno pagato le bollette, e quei costi però dovranno comunque essere riscossi.

Come? Si chiama socializzazione degli oneri. In pratica, i debiti di chi non riesce a pagare le utenze vengono spalmati sulle bollette di chi le paga regolarmente. Il risultato è che il conto diventa più salato per chi le bollette finora ha continuato a pagarle.

È una sorta di contributo di solidarietà, che l’Arera aveva deciso di istituire con una delibera del 2018.

Aumenti in bolletta dal 1° ottobre, l’allarme di Arera: cosa farà il governo?

L’allarme di Arera è arrivato al governo e al parlamento tramite una segnalazione in cui vengono sollecitati ulteriori interventi straordinari. I prezzi, infatti, sono impazziti, e in qualche modo vanno arginati: attualmente il gas è arrivato a 200 euro per megawattora. Viste le minacce di stop del gas fatte dalla Russia, e il fatto che la materia prima venga usata come strumento per fare pressione sulle economie europee, è prevedibile un aumento del 100% per le famiglie dal 1° ottobre rispetto al trimestre in corso.

Gli interventi sollecitati da Arera riguardano sia il mercato nazionale che quello europeo. Si deve puntare a:

  • riequilibrare domanda e offerta;
  • contenere i prezzi sull’assetto del sistema.

Arera da parte sua, per assicurare la sicurezza della fornitura ai clienti e garantire una sempre maggiore trasparenza nelle bollette, ha comunicato a fine luglio un cambio nella frequenza di calcolo dei costi, che passa da trimestrale e mensile.

Argomenti

# ARERA