BMW M3 Touring: la station wagon da 510 cavalli

Marco Lasala

22 Giugno 2022 - 10:32

condividi

Un look da vera sportiva, BMW M3 Touring è una velocissima station wagon: motore sei cilindri M TwinPower Turbo, potenza massima di 510 cavalli.

BMW M3 Touring è una station wagon sportiva ad alte prestazioni. Abbina performance di tutto rispetto a una praticità e abitabilità sconosciuta alla maggior parte delle supercar, per la prima volta il marchio di Monaco di Baviera introduce la variante Touring M nella gamma Serie 3.

Motore turbo, trazione integrale M xDrive e un unico allestimento, quello Competition, queste le prerogative della nuova BMW M3 Touring 2023, sportiva dotata di serie del cambio automatico M Steptronic a otto rapporti con Drivelogic.

Agile, veloce, divertente, ha un design che non passa inosservato, complice il frontale dominato dal nuovo e grosso maxi rene, le pronunciate prese d’aria sul cofano motore, le carreggiate allargate e una linea dinamica quanto esplosiva. Nell’equipaggiamento standard figura il nuovo BMW iDrive con sistema operativo BMW 8.

BMW M3 Touring BMW M3 Touring BMW M3 Touring

BMW M3 Touring celebra il 50esimo anniversario della divisione BMW M GmbH

È la quarta variante che il brand tedesco inserisce nella famiglia Serie 3, dopo la berlina, coupé e cabrio, arriva una station wagon su base M3. Un’auto familiare che punta a conquistare una nicchia di pubblico che vuole distinguersi ma che ama le forti emozioni, per la prima volta la Touring ad alte prestazioni sarà esposta al Goodwood Festival of Speed 2022.

Il lancio commerciale della M3 Touring partirà da settembre 2022, la produzione da novembre, i mercati più interessanti per questo modello sono Germania, Regno Unito, Svizzera, Corea del Sud e Giappone.

Rispetto alla sorella “borghese” cambia principalmente il profilo del tetto e della zona posteriore, rispetto alla Serie 3 Touring è più lunga di 85 millimetri, raggiungendo così una lunghezza complessiva di 4.794 millimetri, più larga di 76 millimetri (1.903 mm) e più bassa di 4 mm (1.436 mm).

Monta cerchi in lega leggera da 19 pollici all’anteriore e da 20 al posteriore, con pneumatici da 275/35 ZR19 e 285/30 ZR20, il design è specifico per questa versione, a richiesta sono disponibili anche quelli doppia razza con finitura Jet Black o Orbit Grey opaco.

Nella dotazione di serie fanno parte i nuovi fari full-LED con luca emanata da fibra ottica, a richiesta sono disponibili i BMW Laserlight che offrono una portata di luce fino a 550 metri e sono in grado di adattare il loro fascio luminoso in funzione della velocità e dell’angolo di sterzata.

Due le colorazioni a tinta unita disponibili e sei quelle metallizzate, a prescindere dalla tonalità scelta, il tetto è a contrasto, così come i mancorrenti e lo spoiler posteriore. Anche l’estrattore aria inferiore è verniciato in nero lucido ed incorpora due coppie di terminali di scarico, dal diametro di 100 millimetri.

In presenza del pacchetto esterno M Carbon, la Touring viene ulteriormente “incattivita” dal rivestimento in fibra di carbonio per le prese d’aria anteriori, estrattore posteriore, tetto e calotte specchi retrovisori, per un consistente risparmio di peso.

BMW M3 Touring BMW M3 Touring BMW M3 Touring

BMW M3 Touring: motore sei cilindri M TwinPower Turbo

Prende in prestito il propulsore presente sulle M3 ed M4 Competition, si tratta di un sei cilindri in linea TwinPower Turbo da 510 cavalli a 6.250 giri al minuto per una coppia massima di 650 Nm disponibile tra i 2.750 e i 5.500 giri al minuto.

Secondo quanto dichiarato dalla casa madre, la M3 Touring, grazie anche alla presenza della trazione integrale M xDrive, impiega 3.6 secondi nello 0 - 100 km/h, 12.9 secondi nello 0 - 200 km/h, per una velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h (280 km/h con il pacchetto M Driver). Nel classico 80 - 120 km/h il tempo impiegato è di 2.7 secondi in 4a marcia e di 2.5 secondi in 5a marcia.

Con il pacchetto opzionale M Race Track, vengono installati diversi “componenti” di chiara derivazione racing tra cui:

  • impianto frenante potenziato con dischi carbo-ceramici;
  • sedili avvolgenti M Carbon;
  • modanature interne in fibra di carbonio;
  • pneumatici da pista.

Il cambio M Steptronic consente al pilota di effettuare anche scalate multiple agendo semplicemente sul paddle posto alla sinistra del volante.

BMW M3 Touring BMW M3 Touring BMW M3 Touring

Al fine di supportare la notevole potenza a disposizione, il telaio è stato oggetto di diversi interventi che ne hanno aumentato la rigidità torsionale, nel vano motore è stato montato un telaietto supplementare in alluminio, anche nella zona centrale e posteriore, numerosi gli interventi che hanno irrigidito la scocca.

Tramite il pulsante M Mode, il pilota può selezionare diversi profili guida tra cui;

  • Road;
  • Sport;
  • Track.

Sulla console centrale è posizionato anche il pulsante “Setup” che consente di accedere direttamente alle impostazioni relative alla risposta tel motore, sterzo, ammortizzatori e impianto frenante.

Nell’equipaggiamento di serie fanno parte l’M Drift Analyzer e l’M Laptimer, entrambi consentono una analisi pressoché dettagliata delle prestazioni raggiunte durante le sessioni di pista e drift.

Argomenti

# BMW

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it