Banche in rally a inizio 2023: meglio Intesa o BPER nel Portafoglio del Martedì?

Claudia Cervi

10 Gennaio 2023 - 12:09

condividi

Le banche tornano protagoniste del Portafoglio del Martedì nonostante la delicata situazione economica e i rischi sul debito italiano: ecco come investire con i Turbo Certificates di UniCredit.

Banche in rally a inizio 2023: meglio Intesa o BPER nel Portafoglio del Martedì?

Banche in rally a inizio 2023, favorite dalle prospettive di tassi in crescita e dal conseguente aumento dei profitti sui margini di interesse. Un rialzo che resta tuttavia appeso a un filo, dipendendo in tutto e per tutto dall’entità della recessione verso la quale la nostra economia sta andando. Nel caso di una leggera recessione (-0,3% del Pil italiano) il settore bancario di Piazza Affari continuerà a performare meglio di altre attività economiche. In questo contesto è lecito domandarsi se sia meglio comprare Intesa Sanpaolo o BPER. Ecco su quale titolo puntare utilizzando i Turbo Certificates di UniCredit.

Prima di rivelare su quale dei due titoli, tra Intesa Sanpaolo o BPER, abbiamo deciso di investire questa settimana, analizziamo il contesto generale sul quale insistono tensioni e polemiche legate alle dichiarazioni del Financial Times che ha allertato gli investitori sui rischi della crisi del debito italiano.

Segnalazioni Segnalazioni Aggiornate al 10012023

Portafoglio di investimento: la situazione generale

Il quotidiano statunitense ha pubblicato la scorsa settimana i risultati di un sondaggio secondo cui l’Italia sarebbe il Paese europeo più «a rischio di corsa alla vendita nel mercato dei titoli di Stato».

Il rialzo progressivo dei tassi di interesse da parte della Bce sta aumentando le esigenze di rifinanziamento del debito, rendendo l’Italia - a causa di elevati livelli di debito e di deficit - più suscettibile a «sell-off» di obbligazioni.

Un’eventuale recessione più profonda, stimabile in una caduta del Pil superiore al 2%, impatterebbe negativamente sulla stabilità finanziaria complessiva del nostro Paese mettendo a rischio anche le performance delle banche di Piazza Affari. Gli istituti di credito potrebbero infatti accusare perdite in conto capitale sui titoli di Stato detenuti e aumenterebbero sensibilmente il livello dei crediti deteriorati.

Per il momento tuttavia non ci sono segnali che facciano propendere per lo scenario peggiore. L’indice benchmark di Piazza Affari, il Ftse Mib, è ripartito con slancio nelle prime sedute dell’anno superando con decisione i primi ostacoli in area 24.900, massimi allineati di novembre e dicembre.

La riapertura della Cina - con la fine della politica «zero Covid» e la promessa di sostegno all’economia - e le scommesse di un rallentamento della stretta monetaria della Fed spingono le quotazioni azionarie, ma occorre prudenza in vista dei numerosi interventi previsi in settimana da parte delle principali banche centrali: oggi sarà il turno di Jerome Powell, numero uno della Fed, di Andrew Bailey, governatore della Bank of England, e di Isabel Schnabel, membro BCE. Atteso per giovedì il bollettino economico della Bce e l’intervento di James Bullard, noto falco della Fed (ma non più membro votante).

Ingressi Ingressi Aggiornati al 10012023

Portafoglio del Martedì: le operazioni di oggi

Facciamo brevemente il punto sulle operazioni attualmente attive nel nostro portafoglio:
A2a, long
Leonardo, long, non ancora entrata

Su A2a siamo long dal 15 novembre 2022 dal prezzo di 1,305 euro e con un obiettivo fissato a 1,50 euro. Lo stop loss è stabilito a 1,14 euro. Dopo una lieve flessione a dicembre, il titolo sembra ora direzionato verso area 1,33/1,34 dove transita la neckline di un potenziale testa e spalle rialzista in formazione dai minimi di luglio 2022. La rottura di questo riferimento proietterebbe target a 1,50 e 1,70. Indicazioni negative invece sotto 1,14 euro, con primi segnali di deterioramento sotto 1,22 euro.

Per l’investimento su A2a abbiamo utilizzato un Turbo Open End emesso da UniCredit con codice Isin DE000HV4D3P0.

Grafico giornaliero azioni A2a Grafico giornaliero azioni A2a Fonte TeleTrader

Azioni A2a, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Il trade che abbiamo proposto la scorsa settimana su Leonardo non è ancora entrato in portafoglio. Dopo aver archiviato il 2022 con una performance del 28,2%, il titolo ha iniziato il nuovo anno in sordina. Servirà il superamento degli ostacoli a 8,38 euro per ricoprire il gap del 29 agosto a 8,47 e per dimostrare di possedere le energie per raggiungere la resistenza successiva in area 8,50-8,55 euro. Superato questo limite il target si sposta sopra i 9 euro. Possibile ritorno alla debolezza invece sotto 7,90, prologo al test dei supporti a 7,50 euro.

Per investire sul titolo utilizziamo un Turbo Open End con codice Isin DE000HC045X7 con ingresso oltre 8,38 euro per target a 8,55 euro e 8,90 euro e stop loss a 7,90 euro.

Grafico giornaliero azioni Leonardo Grafico giornaliero azioni Leonardo Fonte TeleTrader

Azioni Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Il deal short sull’indice Ftse Mib non ha dato i risultati sperati e non ha raggiunto il target indicato a 23.200 punti, fermandosi a 23.370 punti per poi invertire la rotta. L’operazione si chiude con una perdita del 12,57%.

Grafico giornaliero Ftse Mib Grafico giornaliero Ftse Mib Fonte TeleTrader

Indice Ftse Mib, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Oggi proponiamo una nuova operazione su BPER Banca, ma per l’ingresso si dovrà attendere la rottura del massimo di lunedì, a 2,128 euro. La candela disegnata ieri lascia infatti presagire l’avvio di una flessione, avvalorata dalla presenza di una divergenza ribassista tra il grafico dei prezzi e l’RSI a 14 sedute. Oltre 2,13 euro il rally delle ultime sedute potrebbe proseguire verso target a 2,30 e 2,40 euro. Fissiamo lo stop loss sotto 1,98-2,00 euro.

Per investire sul titolo utilizziamo un Turbo Open End con codice Isin DE000HC0ZZQ8 con ingresso oltre 2,13 euro per target a 2,30 e stop loss a 1,98 euro.

Grafico settimanale azioni BPER Banca Grafico settimanale azioni BPER Banca Fonte TeleTrader

Azioni BPER Banca, grafico giornaliero. Fonte: TeleTrader

Rendimento operazioni Rendimento operazioni Aggiornato al 10012023
Situazione Portafoglio Situazione Portafoglio Aggiornata al 10012023

I nuovi prodotti inseriti e le rispettive leve sono stati selezionati alle 12:00 del 10 gennaio 2023. Le strategie si considerano valide se i prezzi toccano il punto di entrata prima del take profit o dello stop loss.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO