Saipem sotto i riflettori: al via aumento di capitale e vendita di un’unità galleggiante

Violetta Silvestri

27/06/2022

27/06/2022 - 14:32

condividi

Azioni Saipem osservate speciali, per almeno due motivi: parte l’aumento di capitale da 2 miliardi di euro e è stata ufficializzata la vendita di un’unità galleggiante. Il titolo viaggia in rosso.

Saipem sotto i riflettori: al via aumento di capitale e vendita di un'unità galleggiante

Azioni Saipem in focus e sospese nel giorno dell’aumento di capitale.

Il rialzo è teorico e pari al 19,97% a 1,2495 (prezzo rettificato). Il diritto (sospeso) perde in teoria il 20% a 22,45 euro.

La società ha anche annunciato un accordo per vendere un’unità galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico a BW Energy, in una mossa valutata in linea con gli obiettivi del piano strategico 2022-2025.

Le azioni Saipem continuano a perdere terreno, con un -21% circa alle ore 9.53.

Saipem inaugura l’aumento di capitale e vende un’unità galleggiante

L’aumento di capitale da 2 miliardi di Saipem è partito oggi, 27 giugno.

Sintetizzando le caratteristiche di questa operazione: emissione di 1.974.327.430 azioni ordinarie Saipem, prive di valore nominale espresso, con godimento regolare e stesse condizioni delle azioni ordinarie Saipem. L’offerta è in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio, il rapporto è di 95 nuove azioni ogni 1 azione ordinaria o di risparmio in possesso. Prezzo di sottoscrizione di 1,013 euro per ogni nuova azione.

Dalla comunicazione ufficiale di tali modalità per l’aumento di capitale, la società è crollata nelle negoziazioni in Borsa, perdendo il 43,6% in tre sedute.

Intanto, è arrivata anche la nota societaria su un accordo con BW Energy (la firma di un Memorandum of of Agreement) per la vendita “dell’unità galleggiante di produzione, stoccaggio e scarico (FPSO) Cidade de Vitória, attualmente di proprietà di Saipem e gestita operativamente per conto di Petrobras nel giacimento di Golfinho, al largo delle coste del Brasile.”

L’operazione risulta sottoposta alla condizione di “chiusura dell’acquisizione, da parte di BW Energy, del 100% dei diritti di Petrobras nel giacimento di Golfinho («chiusura della transazione Golfinho»), prevista per il primo trimestre del 2023.”

Inoltre, si legge nel comunicato, la vendita costerà a BW Energy 73 milioni di dollari, che verserà a Saipem in diverse tappe: 25 milioni terminata la transazione Golfinho; 13 milioni quando avverrà l’acquisizione e lo sdoganamento della FPSO(stimati al 2023) e 35 milioni in 18 rate mensili dopo l’acquisizione.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.