Azioni Unicredit ancora in focus (e in rosso): le prossime mosse della banca

Violetta Silvestri

2 Dicembre 2020 - 11:42

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Azioni Unicredit sempre in primo piano a Piazza Affari: il prossimo addio di Mustier sta lasciando i segni in Borsa. Titolo in rosso

Azioni Unicredit ancora in focus (e in rosso): le prossime mosse della banca

Azioni Unicredit ancora in rosso, dopo il tonfo record negli scambi di ieri, 1 dicembre.

La seduta di martedì è costata alla banca circa 1,5 miliardi di capitalizzazione, che diventano 2 se si aggiungono le perdite di lunedì 30 novembre.

Regna un clima di incertezza sulle future strategie dell’istituto di credito, nel pieno di un vero e proprio terremoto ai vertici. Nonostante l’uscita di scena di Mustier sia stata fissata per il 2021, infatti, la scossa è stata avvertita con virulenza dal titolo.

Le prossime mosse della banca, quindi, saranno cruciali per dare segnali di solidità e visione condivisa. Intanto, le azioni Unicredit scambiano con il segno meno anche nella seduta di oggi, mercoledì 2 dicembre.

Azioni Unicredit al ribasso: cosa succede alla banca?

A quanto si apprende da alcune indiscrezioni del Sole 24 ore, nella giornata odierna i vertici Unicredit starebbero accelerando sulla ricerca di un sostituto nel ruolo che Mustier lascerà vacante dall’aprile prossimo.

Dare un segnale positivo ai mercati è diventata una necessità. Da sottolineare, infatti, che al momento in cui si scrive le azioni Unicredit sono in perdita dell’1,23%, scambiando a 7,85 euro.

Il sentiment è che l’addio dell’ad sia stato un vero e proprio strappo e un segnale di discontinuità rispetto alla strategia finora messa in campo dal francese.

Con quali nuovi obiettivi? Un portavoce della banca ha rilasciato dichiarazioni rassicuranti:

“Unicredit non accetterà mai alcuna operazione che possa danneggiare gli interessi del gruppo e in particolare la sua posizione patrimoniale..Grazie alla forza della propria posizione finanziaria, il gruppo continuerà a sostenere l’economia e a distribuire il capitale agli azionisti”

Parole necessarie per sciogliere tutti i dubbi sorti sulla questione acquisizione Mps, osteggiata da Mustier e ora vista più vicina con il suo addio. Non pochi osservatori vorrebbero avere più chiarimenti su tale delicata questione.

Anche Bonomi, Confindustria, ha detto la sua al riguardo: “un’operazione che non piace a nessuno...Il mercato la vede come un arretramento della politica di espansione sui mercati europei che aveva intrapreso Unicredit. E vede all’orizzonte una focalizzazione dell’operatività sul mercato italiano, che al momento è un mercato molto depresso”

Le azioni Unicredit restano al centro degli interessi in questi giorni. Si attendono novità sulla nomina del prossimo ad e sulle mosse relative all’affare Mps. E il consolidamento della strategia futura. Alcuni analisti, infatti, non escludono che l’indebolimento della banca milanese possa attirare l’attenzione - e l’appetito - di gruppi esteri, come i francesi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO