Mediaset ritira progetto Mfe: sarà rivisto. Motivi e conseguenze della scelta inattesa

Cristiana Gagliarducci

04/03/2020

30/04/2021 - 13:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Azioni Mediaset di nuovo alle prese con la guerra di Vivendi: il progetto Mfe è stato ritirato per essere rivisto dopo le nuove accuse dei francesi. L’accaduto

Mediaset ritira progetto Mfe: sarà rivisto. Motivi e conseguenze della scelta inattesa

Azioni Mediaset sotto i riflettori sulla scia delle ultime notizie riguardanti il progetto Mfe.

I francesi di Vivendi, che hanno sin da subito mostrato tutta la loro contrarietà nei confronti di Media for Europe, hanno minacciato nuove azioni legali contro il Biscione, che a sua volta è stato costretto a prendere una decisione inattesa, ossia a ritirare il progetto Mfe per rivederlo.

Uno sviluppo, questo, che imporrà oggi un attento monitoraggio delle azioni Mediaset, ripetutamente influenzate dallo scontro con Vivendi, iniziato ormai diverso tempo fa.

Azioni Mediaset: Mfe ritirato temporaneamente. L’accaduto

Nei giorni scorsi, il tribunale di Amsterdam ha rigettato le istanze cautelari presentate da Vivendi, che si è scagliata ancora una volta contro il progetto Media for Europe, volto alla fusione tra Mediaset e Mediaset Espana, oltre che alla creazione di un polo europeo delle telecomunicazioni in grado di arginare il potere delle web company.

La holding, con sede legale in Olanda e sede fiscale in Italia, è stata sin da subito vista con scetticismo dai francesi che hanno tentato più volte di ostacolare il progetto in una battaglia che ha ripetutamente influenzato l’andamento delle azioni Mediaset in Borsa.

Neanche le recenti pronunce del tribunale hanno messo i bastoni fra le ruote a Vivendi che ha comunicato la sua intenzione di avviare nuove azioni legali in Olanda contro Mfe. A detta dei francesi, infatti, il progetto di fusione depositato all’inizio di febbraio sarebbe stato viziato da diversi elementi:

  • mancata presentazione agli azionisti del nuovo supplemento aggiunto;
  • mancata presentazione agli azionisti dello statuto post fusione;
  • mancato inserimento nel progetto delle relazioni degli esperti.

Immediata la reazione di Mediaset, che ha giudicato infondate e strumentali le citate accuse. Allo stesso tempo però la quotata di Piazza Affari ha deciso di ritirare, seppur momentaneamente, il progetto Mfe depositato il 5 febbraio alla Dutch Chamber of Commerce.

L’obiettivo? Rivedere l’architettura del piano assieme alle Autorità competenti per ripresentarlo poi perfezionato evitando qualsiasi nuova accusa (o azione legale) da parte di Vivendi. Evitando dunque nuovi bastoni fra le ruote alla fusione.

La società del gruppo Fininvest, comunque, non si è limitata a congelare temporaneamente Media for Europe, ma ha altresì incaricato i propri legali di agire contro i ripetuti tentativi messi in campo da Vivendi per rallentare il progetto.

Quello ora descritto, dunque, è parso come l’ennesimo capitolo di uno scontro ormai noto. Ancora una volta, sotto i riflettori finiranno le azioni Mediaset che verranno osservate da vicino per comprendere la reazione del mercato al rinvio temporaneo del progetto Mfe.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.