MPS avanza: ceduta un’altra fetta di crediti deteriorati

Azioni MPS avanzano in controtendenza: la banca ha ceduto altri 340 milioni di crediti deteriorati

MPS avanza: ceduta un'altra fetta di crediti deteriorati

Ottima mattinata per le azioni MPS che, dopo un avvio senza infamia e senza lode, hanno ingranato la marcia arrivando a guadagnare quasi un punto percentuale.

L’istituto di credito ha comunicato di aver ceduto altri 340 milioni di crediti deteriorati tra Unlikely To Pay (UTP) e sofferenze.

Il tutto in virtù degli impegni presi con l’Unione europea e di quel processo di derisking avviato dal piano di ristrutturazione della senese. Anche per questo motivo, in una giornata decisamente fiacca per le borse, le azioni MPS hanno imboccato la via del rialzo.

Azioni MPS: via i crediti deteriorati. I dettagli della cessione

Scendendo nello specifico, Monte dei Paschi di Siena ha portato a compimento 4 operazioni distinte che le hanno permesso di cedere circa 340 milioni di euro di crediti deteriorati:

  • Un’operazione da 137 milioni ha riguardato crediti in sofferenza misti secured e unsecured;
  • Altre tre operazioni da 202 milioni hanno riguardato invece crediti unlikely to pay prevalentemente secured.

Non è la prima volta che le azioni MPS rispondono a cessioni di questo tipo. Qualche giorno fa la senese ha portato a termine diverse operazioni sia con Illimity Bank che con un’affiliata di Cerberus Capital Management L.P.

La quota di crediti deteriorati ceduti da Monte dei Paschi nelle ultime due settimane ammonta a 1,5 miliardi di euro.

Al momento in cui si scrive le azioni MPS stanno viaggiando in controtendenza rispetto al resto del mercato e stanno salendo dello 0,9% circa su quota €1,22.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Banca Monte dei Paschi di Siena

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.