Intesa Sanpaolo: trimestrale e bilancio 2019 confermati

Intesa Sanpaolo ha confermato sia la trimestrale che il bilancio 2019: tutti i dati

Intesa Sanpaolo: trimestrale e bilancio 2019 confermati

La trimestrale di Intesa Sanpaolo e il bilancio dell’intero 2019 sono stati ufficialmente confermati dall’azienda.

Il titolo ha premuto sul pedale dell’acceleratore in occasione dei conti preliminari e si è inserito di diritto tra le migliori del FTSE MIB. Oggi però la situazione è cambiata a causa del coronavirus.

In attesa della pubblicazione dei conti, numerosi esperti hanno tentato di stimare per quanto possibile le performance finanziarie messe a segno dall’istituto di credito. Nella maggior parte dei casi, comunque, i risultati di trimestrale e bilancio hanno battuto le previsioni.

Intesa Sanpaolo: trimestrale e bilancio messi a nudo

La trimestrale di Intesa Sanpaolo (la quarta e ultima del 2019) ha messo in luce un utile netto di 872 milioni di euro che si è confrontato con gli 1,038 miliardi del pari periodo 2018 e con attese a 825 milioni.

I ricavi invece si sono attestati a 4,567 miliardi (4,05 mld il dato 2018) e hanno rivisto positivamente le previsioni degli analisti.

Per quel che riguarda l’intero 2019, il bilancio di Intesa Sanpaolo è stato archiviato con un utile netto di 4,182 miliardi, decisamente superiore rispetto alle stime degli analisti e a quelle del management.

I proventi sono cresciuti di un buon 1,5% e si sono attestati a 18,083 miliardi di euro, mentre il Net Interest Income è peggiorato di 3,7 punti percentuali a 7,005 miliardi ma ha comunque battuto le attese.

Le azioni Intesa Sanpaolo ha dovuto fare i conti anche con costi operativi in aumento del 5,6% a 8,793 miliardi di euro, oltre che con un incremento (+4,6%) del risultato operativo lordo attestatosi a 6,593 miliardi.

Il Cet 1 ratio ha lasciato osservare un 14,1% pro-forma a regime e un 13,9% per criteri transitori 2019.

La trimestrale e il bilancio di Intesa hanno permesso di proporre ai soci un dividendo cash di 0,192 euro, con un payout dell’80% a valere sugli utili dell’anno da poco archiviato. Per il 2020 invece è stato reiterato un target del 75%.

Buoni anche i risultati compiuti sul fronte crediti deteriorati. A dicembre lo stock è sceso del 14,2% (dato lordo) e al 14,3% (dato netto). Allo stesso tempo l’incidenza dei Npl sul totale dei crediti è diminuita rispettivamente al 7,6% e al 3,6%, sotto la media nazionale.

E per l’anno da poco iniziato? Il comunicato stampa aziendale non ha lasciato spazio a dubbi di sorta:

“Nel 2020 è atteso un aumento del risultato netto rispetto al 2019, anche senza tenere conto della prevista plusvalenza derivante dall’operazione Nexi, a seguito di una crescita dei ricavi, una continua riduzione dei costi operativi e un calo del costo del rischio. Tenendo conto della prevista plusvalenza Nexi, il risultato netto del 2020 è atteso collocarsi ben al di sopra di quello del 2019. La politica di dividendi per l’esercizio 2020 prevede la distribuzione di un ammontare di dividendi cash corrispondente a un payout ratio pari al 75% del risultato netto.”

Le previsioni

Tra i primi a formulare previsioni sulla trimestrale di Intesa Sanpaolo e sul bilancio come non annoverare gli analisti di Kepler Cheuvreux, le cui stime sono state riportate qualche giorno fa da Milano Finanza.

A loro detta l’utile trimestrale di Intesa Sanpaolo si sarebbe dovuto attestare a 825 milioni di euro (da confrontare con gli 1,038 miliardi del 4° trimestre 2018). Un dato, questo, su cui considerare il peso di 500 milioni (messi sul piatto per i salvataggi bancari e alcune ristrutturazioni).

Su base annua, invece, le previsioni avevano parlato di un utile in salita a 4,135 miliardi, contro i 4,05 miliardi del 2018.

I ricavi erano stati visti in crescita da 17,623 a 17,943 miliardi di euro soprattutto grazie al risparmio gestito.

Per il resto dei dati le stime erano state le seguenti:

  • Net interest income: 6,975 miliardi nel 2019 (dai 7,271 miliardi del 2018
  • Commissioni nette: 7,860 miliardi nel 2019 (da 8,030 miliardi del 2018)
  • Dividendo per azione: 18 centesimi.

Le azioni Intesa sono finite inevitabilmente sotto i riflettori dopo la pubblicazione della trimestrale e del bilancio 2019. Il titolo è decollato nel momento in cui sono emersi i dati preliminari.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories