Continua a correre il mercato dell’auto usata e nei prossimi anni potrebbe aumentare ancora di più secondo una stima condotta da Research Reports World, si prevede infatti un’impennata delle vendite delle auto di seconda mano nel prossimo quinquennio, probabilmente spinta dal desiderio di una macchina di proprietà, per difendersi da un possibile contagio, ma allo stesso tempo dalla carenza di liquidità dovuta alla crisi economica causata dal coronavirus.

Tra il 2020 e il 2025 quindi le vendite delle auto usate potrebbero superare di gran lunga le stime, portando ad una buona tenuta dei valori residui dell’usato anche nei mercati del vecchio continente.

Auto usate, boom di vendite nel prossimo quinquennio

Saranno soprattutto le piccole vetture usate a subire un boom di vendite nei prossimi anni, se le politiche di incentivi non incideranno in modo considerevole, infatti queste manovre “potrebbero introdurre alcune distorsioni e pesare sui prezzi nei mercati delle auto usate” si legge nel documento. L’interferenza degli incentivi governativi tuttavia, precisa S&P dovrebbe avvenire soprattutto nel mercato delle auto elettriche, dal momento che questo tipo di vetture diventano obsolete molto più velocemente rispetto ai veicoli tradizionali a causa dei “rapidi aggiornamenti tecnologici”.

Non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti, lo scorso agosto, è stata registrata un’impennata della richiesta di auto usate, che ha segnato una crescita del 5,4%, una cifra che non veniva registrata da più di 50 anni, causando anche un incremento dell’indice dei prezzi al consumo di agosto.

Auto usate: quando conviene acquistare

Per il momento in Italia acquistare un’auto usata è più conveniente rispetto all’acquisto di un’auto nuova, ma questo vantaggio potrebbe durare ancora poco, secondo una stima dell’Osservatorio Autopromotec, per cui chi volesse acquistarne una, dovrebbe procede velocemente.

Secondo la rilevazione infatti questa tendenza è destinata ad invertirsi, ad agosto il prezzo delle auto usate è diminuito solamente di 0,6 punti percentuali, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, mentre nel primo semestre del 2020 aveva fatto segnare un calo dell’1,2%. Per questo motivo è possibile che nei prossimi mesi il mercato delle auto usate veda crescere il prezzo delle vetture, considerando anche l’incremento della richiesta di auto di seconda mano. Lo scorso mese, ACI ha fatto sapere che i passaggi di proprietà sono aumentati di 4 punti percentuali, raggiungendo quasi quota 200.000.

Sempre da ACI arrivano ulteriori specifiche sull’acquisto delle auto usate. Gli italiani sembrano preferire le vetture diesel (53,2%), rispetto a quelle a benzina (34,7%), mentre la regione che ha visto un maggiore incremento dell’acquisto di auto di seconda mano è il Lazio, con un +16,1%, seguito da Lombardia (+14,3%) e Campania (+13,3%).