Auto che consumano meno: classifica 2021

Marco Lasala

19 Gennaio 2022 - 09:40

condividi

Quali sono le auto che consumano meno tra le ibride compatte, citycar e crossover e che tecnologia utilizzano? La nostra classifica.

Quali auto consumano di meno? Quali sono i modelli che hanno bassi consumi e che utilizzano moderne tecnologie per aumentare la loro efficienza?

Prima di tutto va fatta una distinzione tra vetture con alimentazione mild hybrid e plug-in hybrid, le auto che consumano di meno rientrano proprio nella prima categoria, quelle delle ibride leggere.

Sono modelli che utilizzano l’alimentazione 48V e in alternativa al classico alternatore dispongono di uno starter/alternatore che garantisce un supporto al motore endotermico soprattutto in accelerazione e in ripresa, quando il conducente richiede il massimo carico.

Le auto più moderne dispongono di un sistema di recupero dell’energia in frenata e decelerazione che ha il compito di recuperare l’energia dissipata e d’immagazzinarla in un pacco batteria, in genere agli ioni di litio, posto nella parte inferiore del pianale al fine di massimizzare la distribuzione dei pesi e abbassare il baricentro.

A differenza delle mild hybrid (MHEV) le plug-in hybrid (PHEV) sono dotate di uno/due motori elettrici in abbinamento al classico propulsore endotermico e di una batteria di generose dimensioni che richiede una ricarica esterna per raggiungere la sua massima capacità.

Le PHEV in confronto alle MHEV sono molto più potenti, dotate di trazione integrale e hanno un peso sensibilmente maggiore, di solito questa tipologia di alimentazione è presente su modelli alto di gamma.

Le auto ibride consumano di meno: la nostra classifica

  • Toyota Yaris Hybrid
  • Suzuki Swift Hybrid
  • Fiat Panda Hybrid
  • Ford Puma Hybrid
  • KIA Niro HEV

La nuova Toyota Yaris Hybrid è spinta da un tre cilindri in linea da 1,5 litri da 91 cavalli a 5.500 giri al minuto abbinato a un compatto motore elettrico da 79 cavalli, la potenza complessiva è di 116 cavalli per uno 0 - 100 in 10,5 secondi e una velocità massima di 175 km/h. La trasmissione si affida a un cambio automatico CVT.

Oltre a un’estetica gradevole e a una dotazione completa, il suo vero asso nella manica è il consumo, difficile fare meglio, nel ciclo reale, quello WLTP, la casa madre dichiara una media di 27,7 km/l, ovvero circa il 20% in meno rispetto alla già efficiente precedente generazione. Attualmente nel suo segmento di mercato e categoria, nessuna altra utilitaria è in grado di fare meglio.

Suzuki Swift Hybrid Suzuki Swift Hybrid

Un’altra regina dei consumi è l’efficiente e scattante Suzuki Swift Hybrid, il compatto ed efficiente Boosterjet Hybrid, un quattro cilindri siglato K12D da 1.2 litri di cilindra assistito da un’unità BISG (acronimo di Belt Integrated Starter Generator), ha una potenza di 83 cavalli a 6.000 giri al minuto per una coppia massima di 107 Nm a 2.800 giri al minuto. La sua velocità massima è di 175 km/h, Suzuki dichiara un consumo medio combinato nel ciclo WLTP di 4,7 litri per 100 chilometri, vale a dire circa 21 km con un litro di carburante.

Fiat Panda Hybrid e Ford Puma Hybrid tra le auto che consumano di meno

Fiat Panda Hybrid Fiat Panda Hybrid

Il propulsore mild hybrid a benzina appartiene alla famiglia FireFly, unità che sostituisce il celebre motore Fire. Ha una cilindrata da 1 litro, un tre cilindri turbo benzina da 70 cavalli a 6.000 giri al minuto per una coppia massima di 92 Nm disponibile a partire dai 3.500 giri al minuto. La distribuzione è due valvole per cilindro, il singolo albero a camme è dotato di un variatore di fase continuo, particolarmente elevato è il suo rapporto di compressione 12:1 dovuto alla presenza di una valvola EGR esterna. Il basamento è interamente in lega di alluminio, il FireFly ha un peso di soli 77 kg. Ad affiancarlo c’è un sistema BSG montato direttamente sul motore, dotato di un’avanzata tecnologia che consente il recupero dell’energia in frenata e decelerazione, il pacco batteria agli ioni di litio è da 11 Ah. Il cambio manuale è un sei marce, con il quinto e sesto rapporto allungato per abbattere i consumi in autostrada.
Fiat dichiara un consumo medio nel ciclo combinato WLTP di 4 litri per 100 chilometri ovvero 25 km con un litro.

Ford Puma Hybrid Ford Puma Hybrid

La nuova Ford Puma Hybrid da 125 cavalli è un crossover ibrido dal look aggressivo, uno dei modelli della Casa dell’Ovale Blu più apprezzato in Italia. Divertente e sicura, ha dimensioni contenute pur offrendo un’ottima abitabilità. La versione d’accesso è dotata di un motore con alimentazione ibrida leggera da 1 litro di cilindrata, un tre cilindri in linea turbo benzina da 125 cavalli e 210 Nm di coppia massima. Nonostante la sua predisposizione al divertimento di guida, il suo EcoBoost Hybrid vanta un’ottima efficienza e consumi contenuti, il dato dichiarato è di 5,8 litri per 100 chilometri nel tradizionale ciclo WLTP, un risultato ottimo per un modello dinamico che si rivolge soprattutto a un pubblico giovane.

KIA Niro HEV KIA Niro HEV

Nella classifica delle auto che consumano di meno non poteva mancare il marchio KIA, la Niro HEV è un crossover apprezzato per il suo abbinare una tecnologia avanzata a un’efficienza fuori dal comune. Ha dimensioni perfette per accogliere comodamente cinque persone, un’elevata sicurezza di marcia grazie a una suite ADAS completa e un motore con alimentazione ibrida leggera che punta sul collaudato quattro cilindri GDi da 1,6 litri da 105 cavalli e 147 Nm di coppia massima e su di un’unità elettrica da 32 kW cn pacco batteria agli ioni di litio da 1,56 kWh. La potenza complessiva è di 141 cavalli per una coppia massima di 265 Nm, il cambio è un automatico doppia frizione 6DCT. Il marchio coreano dichiara consumi di 4,3 - 5,2 litri per 100 chilometri, una media di 20 km/litro per un crossover da 4,355 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it