Aumenti sigarette: quali pacchetti costeranno di più

Rincari sui tabacchi: Philip Morris aumenta il costo delle sigarette. Ecco tutti i marchi che da oggi costeranno di più.

Aumenti sigarette: quali pacchetti costeranno di più

Da oggi fumare costerà di più: è aumentato, infatti, il prezzo delle principali marche di sigarette. Lo ha confermato l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli tramite un provvedimento pubblicato sul sito ufficiale dell’ente, nel quale sono indicate tutte le marche interessate dai rincari.

Se ne saranno certamente accorti i fumatori che in queste ore si sono recati al tabaccaio per acquistare il solito pacchetto di sigarette; gli aumenti infatti riguardano molte delle marche vendute in Italia, come ad esempio Marlboro, Diana e Philip Morris.

Si tratta comunque di un aumento di pochi centesimi a pacchetto - dai 10 ai 40 centesimi per l’esattezza - circa 50€ l’anno per chi - ad esempio - compra un pacchetto da venti ogni due giorni.

Dopo l’aumento delle sigarette Camel avvenuto nel gennaio 2018, quindi, il costo delle sigarette aumenta ancora; la colpa, però, non è da attribuire alle solite accise statali.

I prodotti colpiti dai rincari

Oltre alle sigarette, i rincari annunciati dall’Agenzia delle Dogane riguardano altri prodotti come i sigari Romeo Y Julieta (astuccio da 15) e i sigaretti Che Velasques Original (astuccio da 10).

Ma per quale motivo le sigarette sono aumentate nuovamente? L’aumento non è stato deciso dallo Stato; i rincari, infatti, sono stati introdotti direttamente dal gruppo Philip Morris, tant’è che - come potete vedere dall’elenco dei marchi interessati - sono aumentate solamente le sigarette prodotte dall’industria di tabacco statunitense.

Come spiegato dall’Agenzia delle Dogane la variazione del prezzo di vendita di alcune marche di tabacchi lavorati è state richiesta direttamente dalle società “Diadema Spa, Scandinavian Tobacco Group Italy Srl e - appunto - Philip Morris Italia Srl”. Per una volta, quindi, non è colpa delle accise se il costo delle sigarette è aumentato.

Ricordiamo che i rincari non sono uguali per tutti e si va dai 10 centesimi ai 40 centesimi; nel dettaglio, da oggi il costo di un pacchetto da venti può arrivare fino a 5,50€.

Ecco nel dettaglio quali sono i marchi interessati dai rincari:

  • Chesterfield;
  • Diana;
  • L&M;
  • Marlboro;
  • Merit;
  • Muratti;
  • Multifilter Philip Morris;
  • Philip Morris;
  • Virginia S.

Per consultare nel dettaglio quali sono i pacchetti interessati dai rincari potete scaricare invece il provvedimento dell’Agenzia delle Dogane, dove in allegato c’è l’elenco completo dei prodotti che da oggi costeranno di più.

Elenco marchi interessati dai rincari
Quali sigarette costeranno di più? Qui l’elenco di tutti i marchi appartenenti al gruppo Philip Morris interessati dall’aumento di prezzo.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Sigarette

Argomenti:

Accise Sigarette

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.