Diasorin: strategie breakout puntano alla SMA200

La struttura grafica della quotata a Piazza Affari farebbe privilegiare strategie di matrice ribassista con obiettivo su un supporto dinamico. Ecco i livelli da monitorare secondo l’analisi tecnica

Diasorin: strategie breakout puntano alla SMA200

Le azioni Diasorin dopo l’apertura in gap up di questa mattina si sono riportate ai livelli di chiusura di ieri, mostrando un netto vantaggio da parte dei venditori.

La struttura tecnica della quotata rimane ancora impostata al rialzo nel lungo periodo, nonostante la violazione della trendline ascendente che conta il minimo segnato il 20 dicembre scorso con il minimo di swing segnato il 14 marzo.


Diasorin, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Dopo il forte breakout ribassista messo a segno nella seduta del 17 aprile i corsi hanno successivamente violato anche la media mobile semplice a 50 giorni, prima di trovare supporto a contatto della SMA 200.

Dopo il test di questo livello dinamico i corsi hanno infatti proseguito per la via del rialzo e nella seduta odierna hanno nuovamente raggiunto il test della media mobile a 50 periodi precedentemente menzionata. Il ribasso odierno a seguito dell’apertura in gap up fanno pensare che un nuovo movimento ribassista sia imminente.

A tal proposito si potrebbero implementare strategie di matrice ribassista, seppur di breve termine, con un ritorno al di sotto del livello di apertura di martedì scorso a 87,30 euro.

Dal momento che la struttura tecnica nel lungo periodo rimane ancora orientata al rialzo con i prezzi al di sopra della SMA200, un primo target di profitto potrebbe essere identificato proprio in prossimità di questa.

Il superamento al ribasso di questo livello dinamico darebbe ai venditori ulteriore spazio di manovra, almeno fino al livello statico che conta il minimo segnato il 14 marzo scorso a 82,90 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Diasorin


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Alla luce della struttura tecnica della quotata, si potrebbero implementare strategie short seppur di breve termine. Un segnale di vendita verrebbe determinato con la rottura al ribasso del livello di apertura di martedì scorso, più precisamente a 87,30 euro. Lo stop loss potrebbe essere collocato poco al di sopra degli attuali massimi di seduta, a 88,75 euro. Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere identificato a contatto con la SMA 200, ora transitante a 84,80 euro. Un target finale, invece, potrebbe essere collocato in prossimità dei 82,90 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories