Amazon minaccia di licenziare i dipendenti che lottano contro il climate change

Un gruppo di dipendenti Amazon afferma di aver ricevuto minacce dagli avvocati della compagnia

Amazon minaccia di licenziare i dipendenti che lottano contro il climate change

La lotta al cambiamento climatico può costare il posto di lavoro? Secondo un gruppo di dipendenti Amazon, la risposta è sì. Alcuni di loro sarebbero infatti stati minacciati di licenziamento per aver parlato contro le politiche nocive per l’ambiente della compagnia stessa.

Amazon, dipendenti rischiano il licenziamento per aver parlato male dell’azienda

In una dichiarazione su Twitter, gli Amazon Employees for Climate Justice (impiegati Amazon per la giustizia climatica) hanno affermato che diversi impiegati sono stati contattati da rappresentanti legali e delle risorse umane di Amazon. Questi ultimi gli avrebbero detto che erano in violazione della policy di comunicazioni esterne della compagnia.

Per due dipendenti l’avvertimento si sarebbe concretizzato in minacce: gli è stato detto che i loro ruoli sarebbero stati “terminati” se continuavano a parlare degli affari di Amazon.

Leggi anche: La classifica dei più ricchi del mondo

Maren Costa, una UX designer, è una di loro: “Questo non è il tempo di sparare ai messaggeri. Non è il momento di zittire coloro che fanno sentire la propria voce”, ha detto Costa.

Come sarà ricordato Jeff Bezos nell’era dell’emergenza climatica? Userà il suo immenso potere economico per aiutare, o no? Vi preghiamo di dire ad Amazon e Jeff Bezos: il nostro mondo è in fiamme”, si legge in uno dei tweet del gruppo.

Secondo il Washington Post (di cui Bezos è proprietario), il primo giornale a riportare la notizia, l’altro impiegato minacciato di licenziamento è Jamie Kowalski, uno sviluppatore software. Sia Kowalski che Costa affermano di aver ricevuto lettere dagli avvocati di Amazon dopo aver parlato pubblicamente in Ottobre contro l’inquinamento dell’azienda.

Il gruppo Amazon Employees for Climate Justice afferma che le politiche di comunicazione di Amazon sono cambiate nel settembre scorso, quando fu richiesto ai dipendenti di “cercare previa approvazione per parlare di Amazon in una discussione pubblica se identificati come impiegati”.

Per Jaci Anderson, portavoce di Amazon, la policy di comunicazione della compagnia non è nuova. Ha aggiunto che i dipendenti sono “incoraggiati a lavorare all’interno delle loro squadre” e possono suggerire “miglioramenti su come si opera attraverso quei canali interni”.

Dipendenti Amazon chiedono cambiamento a Bezos

All’annuale congresso degli azionisti Amazon, migliaia di dipendenti hanno presentato una proposta per chiedere al CEO Jeff Bezos di sviluppare un piano contro i cambiamenti climatici per ridurre l’impronta ecologica della società, ma alla fine è stato rigettato.

Nel settembre scorso, Bezos aveva annunciato l’intenzione di far dipendere Amazon totalmente da fonti rinnovabili entro il 2030.

La denuncia degli attivisti arriva poco dopo le aspre critiche a Google, che ha licenziato quattro dipendenti che avevano parlato pubblicamente delle condizioni di lavoro nell’azienda.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.