AI, Elon Musk lancia l’allarme: «Manca solo 1 anno al punto di non ritorno»

Alessandro Nuzzo

11/04/2024

L’imprenditore, nel corso di una diretta sul suo social X, ha detto che probabilmente entro la fine del 2025 l’intelligenza artificiale supererà quella umana.

AI, Elon Musk lancia l’allarme: «Manca solo 1 anno al punto di non ritorno»

È da qualche anno che nelle nostre vite è apparsa l’intelligenza artificiale. Questa moderna tecnologia ha rivoluzionato diversi settori strategici e attorno ad essa c’è anche una certa preoccupazione che riguarda il rischio che superi un giorno quella umana. A quel punto sarebbe un problema non di poco conto. In tanti sono convinti che prima o poi questo accada e in tanti invece pensano di no. A sposare la prima ipotesi è anche Elon Musk che ha provato a fare una previsione su quando questo accadrà e la data temporale non è poi così lontana.

A dire il vero Elon aveva già detto tempo fa che l’intelligenza artificiale superintelligente sarebbe arrivata entro il 2029. Ora nel corso di una diretta streaming sul suo social X, è andato oltre affermando che probabilmente già entro la fine del prossimo anno, questo potrà accadere, ovvero che sarà creata un’intelligenza in grado di superare anche quella di chiunque altro essere vivente sulla Terra. «La mia ipotesi è che avremo un’intelligenza artificiale più intelligente di quella di qualsiasi essere umano probabilmente verso la fine del prossimo anno», ha detto in live streaming.

Questa dichiarazione è stata fatta però con una premessa, che la crescente domanda di potere e la carenza dei più potenti chip di addestramento dell’IA potrebbero limitarne la diffusione nel breve periodo. Secondo Musk lo scorso anno l’intelligenza artificiale non ha fatto passi da gigante fino a diventare una tecnologia più intelligente dell’essere umano a causa della carenza di chip. «La gente non riusciva ad avere abbastanza chip Nvidia. Quest’anno si passerà all’alimentazione tramite trasformatore di tensione. Tra un anno o due, sarà solo la fornitura di elettricità», ha detto Musk.

Non sempre Musk ha indovinato le previsioni

Quando lo scorso anno predisse che entro il 2029 ci sarebbe stato l’arrivo di una super intelligenza artificiale, Musk si disse anche preoccupato di questa evenienza e delle possibili conseguenze. «Se potessi premere pausa sull’intelligenza artificiale o sulla superintelligenza digitale AI davvero avanzata, lo farei», disse. Eppure ha creato xAI che costruirà essenzialmente un’intelligenza artificiale. C’è da dire che non sempre ha indovinato le previsioni.

Ad esempio nel 2016 aveva previsto che la sua Tesla entro due anni sarebbe stata in grado di guidare autonomamente da New York a Los Angeles e questo non è avvenuto. Poi disse sempre nel 2016 che la sua SpaceX sarebbe volata su Marte nel 2018, cosa che ancora non è avvenuto. Nel 2017 poi ha detto che il primo prodotto di Neuralink, ovvero un chip cerebrale, sarebbe arrivato sul mercato nel giro di 4 anni. E invece il primo essere umano a cui è stato impiantato un chip nel cervello è arrivato nel 2024, 7 anni dopo.

Insomma non sempre Elon Musk indovina le previsioni e non è detto lo faccia questa volta. L’intelligenza artificiale è ormai nelle nostre vite e ci è entrata con prepotenza. In futuro potrà diventare più intelligenze anche degli esseri umani? Probabilmente si, ci si lavora a quello. Ma non si sa quando questo avverrà.

Iscriviti a Money.it

Quale criptovaluta comprare oggi?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo