Agevolazioni trasporti Legge 104: così i disabili viaggiano risparmiando

Alessandro Nuzzo

19 Giugno 2022 - 11:05

condividi

Diversi sconti sono previsti per disabili e accompagnatori che devono mettersi in viaggio. Vediamo come fare per ottenerli.

Agevolazioni trasporti Legge 104: così i disabili viaggiano risparmiando

Per i titolari di Legge 104 sono diverse le agevolazioni messe in campo sia da parte del legislatore che da parte di aziende pubbliche. Una delle più importanti è sicuramente quella messa in atto da Trenitalia che offre tariffe agevolate per il disabile ma anche per l’accompagnatore.

Lo ha fatto creando la cosiddetta carta blu legge 104. Vediamo di cosa si tratta, come ottenerla e in cosa consiste l’agevolazione.

Agevolazioni trasporti Legge 104, carta blu di Trenitalia: come funziona

I titolari di Legge 104 possono richiedere di viaggiare in treno a tariffa agevolata con l’ente dei trasporti pubblico. La carta blu è gratuita, vale 5 anni e permette di ottenere un unico biglietto base al prezzo intero previsto per il treno valido sia per il titolare che per l’accompagnatore.

Se il treno è regionale il biglietto unico viene rilasciato a tariffa regionale o tariffa regionale con applicazione sovraregionale valido sempre per 2 persone.

Se il titolare della carta blu è un bambino di età compresa tra 0 e 15 anni il biglietto viene emesso con uno sconto del 50% compresa la gratuità per l’accompagnatore che però deve essere maggiorenne.

Oltre alla scontistica dei biglietti il titolare della carta blu ha anche diritto ad un servizio di assistenza come sedia a rotelle, elevatori per salire e scendere dal treno e servizio di porta bagagli a mano.

Carta blu di Trenitalia, come si ottiene

Della carta blu possono usufruire le persone con disabilità titolari di indennità di accompagnamento, di comunicazione e residenti nel nostro paese.

Per avere diritto all’agevolazione, il richiedente deve dimostrare di appartenere a tali categorie e pertanto dovrà esibire:

  • copia del certificato rilasciato da una commissione medica dell’Asl o copia del verbale di accertamento di invalidità civile;
  • per i ciechi può essere inoltrata anche copia della certificazione di riconoscimento della cecità assoluta/totale;
  • per i sordomuti una copia della certificazione che attesta il sordomutismo da parte dell’Asl o Inail.

Accanto ai certificati che accertano l’invalidità dovrà essere presentato anche il modulo «carta blu» compilato dal richiedente più un valido documento di riconoscimento.

È possibile rivolgersi agli uffici assistenza di Trenitalia o in alternativa alle biglietterie presenti in stazione per chiedere l’agevolazione in modo gratuito.

Le altre agevolazioni per i trasporti

Oltre alle agevolazioni con Trenitalia anche altri enti pubblici dei trasporti hanno messo in atto alcune iniziative nei confronti delle persone disabili e dei loro accompagnatori.

Chi viaggia con mezzi di trasporto pubblici ha diritto ad una percentuale di sconto compresa tra il 51 e il 100% sul costo del ticket. Si ottiene presentando istanza al comune o alla circoscrizione di appartenenza consegnando un documento, certificato di residenza e copia del verbale di invalidità civile.

Anche chi viaggi in aereo ha diritto ad assistenza sia a bordo che a terra. La richiesta va presentata almeno 48 ore prima del decollo segnalando le proprie necessità alla compagnia o all’agenzia viaggi presso cui è stato acquistato il biglietto. Se l’acquisto è stato fatto online le compagnie hanno specifiche sezioni per inoltrare tali richieste.

Oltre a queste agevolazioni a livello nazionale poi ce ne sono altre messe in atto dagli enti pubblici a livello locale. Come in Lombardia dove la carta regionale di trasporto viene rilasciata gratuitamente e permette di viaggiare su tutti i mezzi pubblici. In Piemonte ciechi, sordomuti e invalidi hanno diritto ad un’agevolazione simile.

A Napoli i disabili hanno agevolazioni in base al reddito e al grado di invalidità. È attivo inoltre il servizio di taxi collettivo con pedane per la salita e discesa degli invalidi.

Stessa cosa a Roma dove è attivo un servizio gratuito di minibus messi a disposizione delle persone con problemi motori e sensoriali.

Argomenti

Iscriviti a Money.it