Mediaset-Vivendi: accordo si allontana. Le novità dopo l’udienza

Mediaset-Vivendi: accordo si allontana dopo l’udienza di oggi? Le novità

Mediaset-Vivendi: accordo si allontana. Le novità dopo l'udienza

Mediaset-Vivendi: l’accordo si allontana. Questa sembrerebbe la previsione dopo l’udienza al Tribunale di Milano di oggi pomeriggio. Le due società, infatti, non hanno trovato la conciliazione sperata e attesa.

Senza un’intesa, il giudice si è riservato di convocare un’ulteriore udienza per decidere. Nel frattempo, i due gruppi in lotta legale ormai da tempo, potranno ancora trattare.

Restano, comunque, dei nodi da sciogliere importanti. Per questo, tra Mediaset e Vivendi l’accordo pare allontanarsi.

Mediaset-Vivendi: quale accordo dopo l’udienza?

Non ha dato i risultati sperati l’udienza in Tribunale di oggi pomeriggio. Le due aziende di comunicazione, infatti, si sono presentate dinanzi al giudice senza un accordo.

Eppure le premesse sembravano buone dopo le indiscrezioni di appena un giorno fa. Si sperava, infatti, che le trattative in corso tra Mediaset e Vivendi potessero sciogliere anche l’ultimo nodo dell’intesa: il prezzo delle azioni in quota francese da cedere alla società milanese.

A quanto pare, invece, le due parti restano distanti. Nello specifico, le indiscrezioni hanno rivelato che l’azienda di Berlusconi non voglia cambiare il prezzo stabilito a 2,77 euro per azione. Vivendi, invece, ritiene la cifra troppo bassa.

I legali stanno lavorando soprattutto su questo punto, cercando di giungere a una conclusione condivisa. L’ultima offerta proposta dal gruppo milanese di 2,98 euro per azione sarebbe stata rifiutata dai francesi. Al momento, infatti, i titoli Mediaset in possesso da Vivendi (oggetto della cessione) sono scambiati a 3,66 euro.

Dopo l’udienza di oggi, l’accordo sarà ancora possibile solo se la questione del prezzo troverà un’intesa.

Quale futuro per Media for Europe?

La battaglia legale tra le due società di comunicazione ruota intorno al piano della famiglia Berlusconi Media for Europe.

Vivendi non ha mai appoggiato la strategia che mira a creare un polo europeo delle comunicazioni. Nello specifico, il progetto approvato dalla delibera dell’Assemblea milanese nello scorso settembre prevede la fusione di Mediaset, Mediaset España e la quota controllata della tedesca Prosiebensat.1 nella holding olandese Media For Europe.

Da qui, la richiesta da parte dei francesi di sospendere d’urgenza la decisione, vista la contrarietà all’operazione. Solo un accordo potrebbe bloccare le cause civili in corso e far decollare MfE.

Subito dopo l’udienza di oggi, una nota ufficiale della società di Berlusconi ha annunciato che:

“Mediaset sottoporrà all’assemblea straordinaria convocata per il 10 gennaio 2020 l’approvazione di specifiche modifiche della proposta di statuto di Mfe e dei termini e condizioni delle azioni a voto speciale redatte tenendo anche conto dei suggerimenti forniti dal Tribunale di Milano in sede di conciliazione.”

La vicenda dell’accordo Mediaset-Vivendi, dunque, si complica.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Mediaset S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \