Auto: Warren Buffett punta tutto sull’elettrico cinese

Marco Ciotola

2 Marzo 2021 - 18:45

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il guru degli investimenti ha una massiccia partecipazione nella cinese BYD, ben maggiore di quella che ha in General Motors

Auto: Warren Buffett punta tutto sull'elettrico cinese

Warren Buffett punta tutto sulle auto elettriche cinesi.
Berkshire Hathaway, la sua holding, ha infatti una maggiore partecipazione nella casa automobilistica elettrica di Shenzhen BYD rispetto a quella detenuta in General Motors.

Un particolare confermato in una recente comunicazione della stessa Berkshire agli azionisti, e che non è certo sfuggito al settore, vista l’ormai celebre capacità di Buffet nel «leggere i mercati» e i loro andamenti futuri.

La notizia arriva in concomitanza con i risultati del quarto trimestre del 2020 della holding, che segna un rialzo del 23% dell’utile netto rispetto al 2019 a quota 35,8 miliardi di dollari.

Auto: Warren Buffett punta tutto sull’elettrico cinese

Berkshire Hathaway detiene una partecipazione dell’8,2% in BYD, compagnia automobilistica quotata a Hong Kong.

Si tratta nel complesso dell’ottava maggiore partecipazione della società per valore di mercato al 31 dicembre 2020. Per contro, l’azienda detiene circa il 3,7% di General Motors, che è la quindicesima partecipazione per grandezza.

Va ricordato che le azioni di BYD sono aumentate di oltre il 300% negli ultimi 12 mesi, contro il +65% di GM nello stesso periodo.

Un’unità della Berkshire Hathaway ha investito per la prima volta in BYD nel 2008.
L’azienda, con sede a Shenzhen, è rapidamente diventata una delle principali case automobilistiche del più grande mercato auto al mondo.

Ha venduto più di 130.000 auto elettriche lo scorso anno, numeri ben maggiori rispetto a rivali come Nio (43.700 auto vendute nel 2020).

Dall’altro lato, a gennaio General Motors ha accelerato nella sua diffusione di veicoli elettrici, annunciando l’obiettivo di porre termine alla produzione di tutte le auto, camion e SUV alimentati a diesel e benzina entro il 2035.

Un target che segue l’annuncio della casa automobilistica americana di novembre, quando definì un aumento di spesa pari a 7 miliardi di dollari per lo sviluppo di auto elettriche.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories