Sarà Wall Street ad annunciare in anteprima il vincitore delle Elezioni USA

Si avvicina l’Election Day con il candidato democratico in testa nei sondaggi. Ma in un clima di incertezza senza precedenti potrebbe essere Wall Street ad incoronare il nuovo Presidente.

Sarà Wall Street ad annunciare in anteprima il vincitore delle Elezioni USA

Il 3 novembre gli americani conosceranno il nome del loro nuovo Presidente. Joe Biden, candidato democratico, continua ad allungare su Trump, portando gli osservatori a scommettere su una vittoria travolgente dell’asinello.

Ma con un numero elevatissimo di voti da conteggiare e i fantasmi del 2016 (vittoria sorprendente dell’underdog Trump) che continuano ad aleggiare, i media americani potrebbero attendere ben oltre la chiusura dei sondaggi per indicare il vincitore. Così le prime spie ad accendersi potrebbero essere proprio quelle di Wall Street.

Il vincitore delle elezioni USA sarà proclamato in anteprima da Wall Street

Penso che sia molto probabile che i mercati annuncino il vincitore prima ancora dei media”, ha commentato Ed Mills, policy analyst della Raymond James, alla CNN. Aldilà dei sondaggi che continuano a promuovere Joe Biden, il meccanismo di voto per posta rischia di incrementare l’incertezza, spingendo i media americani su una posizione attendista. Prudenza che non appartiene invece a Wall Street, pronta a reagire ai primi segnali dagli Stati decisivi.

Gli occhi di Wall Street sono puntati soprattutto sulla Carolina del Nord, dove il conteggio dei voti è già iniziato 14 giorni prima dell’Election Day. Segnali incoraggianti da Joe Biden nel piccolo Stato del Sud-Est, considerato più influente della Pennsylvania, aumenterebbero la fiducia di Wall Street sulla vittoria netta dei democratici, portando a un rally dei mercati secondo l’analista.

Ma la finanza americana punta a scovare anche gli indizi che possano scongiurare il rischio di elezioni contestate. Se vittorie e sconfitte possono alimentare sentimenti controversi sui mercati, una partita nulla agiterebbe oltre misura Wall Street a causa dell’incertezza che si andrebbe a profilare. Anche per questo segnali decisivi dagli Stati più delicati sarebbero cruciali per rafforzare la fiducia dei mercati.

Wall Street strizza l’occhio ai democratici

Dopo l’endorsement di Moody’s, che ha promosso i piani economici di Joe Biden (fino a 7,4 milioni di posti di lavoro in più rispetto alla strategia di Trump), il Partito Democratico incassa anche il sostegno di Goldman Sachs.

La banca d’affari americana ha infatti annunciato che una vittoria di Joe Biden porterebbe ad un outlook economico migliore. La prospettiva di una blue wave (una larga vittoria del partito democratico, a cui viene tradizionalmente associato il colore blu) sarebbe uno stimolo per i mercati. Nonostante la possibilità di tasse più alte e nuove regolamentazioni sui mercati, Goldman Sachs promuove i democratici in vista dell’espansione della spesa pubblica promessa da Biden e un aumento degli investimenti di lungo termine in infrastrutture, clima, sanità e istruzione.

Ma aldilà del favore generale dei mercati, una vittoria netta di Joe Biden creerebbe nuovi vincitori e vinti a Wall Street. Se un alto numero di imprese potrebbe beneficiare dei piani di spesa del democratico, c’è un’altra Wall Street che spera nel recupero dei repubblicani. Una vittoria di Trump favorirebbe infatti i titoli delle compagnie petrolifere, ma anche prigioni private, cittadini titolari di prestiti studenteschi e alcune banche, tutti minacciati dalla nuova regolamentazione promessa da Biden.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories