Volatility swap, cosa sono? Guida allo strumento per fare trading sulla volatilità

Volatilità implicita e volatilità storica. Come trarre profitto dalla differenza tra queste due quantità? La risposta sta nei volatility swap.

Volatility swap, cosa sono? Guida allo strumento per fare trading sulla volatilità

La pandemia COVID-19 ha portato con sé un incremento di volatilità nei mercati finanziari. Come è noto, l’indice VIX ha superato gli 80 punti il 23 marzo mentre l’indice Vstoxx si è molto avvicinato a quota 80 nello stesso periodo.

Cosa fare? Alcune opportunità sono offerte dai volatility swap.

La volatilità implicita e la volatilità storica

L’incremento della volatilità delle opzioni (volatilità implicita) rispettivamente delle imprese dell’S&P500 e dell’EuroStoxx 50 non è stata della stessa magnitudo della volatilità delle azioni sottostanti ai contratti di opzione (volatilità storica).

Le tensioni politiche a livello globale e la pandemia COVID-19 hanno portato incertezza sui mercati finanziari globali. Questo ha indotto gli operatori di mercato a vendere attività. Come conseguenza, sia la volatilità storica che la volatilità implicita delle opzioni sono cresciute nella prima parte del 2020 rispetto a periodi precedenti.

In che modo le due volatilità sono cresciute?

Nei mercati finanziari si possono verificare tre casi:

  • la volatilità implicita delle opzioni è superiore alla volatilità realizzata dello strumento sottostante;
  • la volatilità implicita delle opzioni è superiore alla volatilità dello strumento sottostante;
  • la volatilità implicita è eguale alla volatilità dello strumento sottostante.

La volatilità implicita fornisce l’informazione sulle aspettative degli investitori sul futuro andamento della volatilità dello strumento sottostante l’opzione.

Quando la volatilità implicita delle opzioni è superiore alla volatilità storica degli strumenti finanziari sottostanti l’opzione stessa, il mercato ha un’aspettativa rialzista sulla volatilità futura dello strumento sottostante.

Contrariamente, quando la volatilità implicita delle opzioni è inferiore alla volatilità storica del sottostante significa che il mercato prevede una diminuzione della volatilità in futuro.

La differenza delle due volatilità può essere:

  1. sfruttata per fare trading basato sulla volatilità. In periodi di turbolenza dal punto di vista finanziario o in periodi in prossimità di elezioni politiche, la volatilità implicita delle opzioni è superiore alla volatilità storica mostrata dagli strumenti sottostanti;
  2. per attuare strategie di copertura sulla volatilità. L’incremento della volatilità di mercato è spesso associato a market crush (effetto noto anche come effetto leverage). Come conseguenza, il crush degli indici di borsa può danneggiare sia i trading book delle istituzioni finanziarie che i portafogli degli investitori.

Cosa sono i volatility swap

Gli strumenti da considerare per sfruttare la differenza tra volatilità implicita delle opzioni e la volatilità realizzata del sottostante sono i volatility swap.

Rispetto alle opzioni scritte sugli indici di borsa o su altri sottostanti finanziari, i derivati sulla volatilità consentono di escludere tutti quei fattori che incidono sul prezzo delle opzioni, quali la variazione del prezzo dello strumento sottostante, il tempo e la variazione del tasso di interesse, e concentrarsi solamente sulla variazione della volatilità.

I volatility swap sono contratti derivati in cui due parti il compratore e il venditore si scambiano flussi di denaro su un capitale nozionale basati sulla volatilità implicita futura e la volatilità implicita attuale in due istanti temporali differenti.

Questo strumento finanziario da luogo a due scenari possibili:

  • quando la volatilità implicita futura è superiore a quella attuale, il contratto derivato ha un valore positivo in quanto l’investitore guadagnerà dalla differenza tra la volatilità futura e quella attuale mediante la ricezione di un flusso di denaro futuro;
  • quando la volatilità implicita attuale è inferiore alla volatilità storica futura, il contratto ha un valore negativo per l’investitore.

In questo scenario si distinguono:

  1. i directional trader che hanno lo scopo di trarre profitto dalla volatilità storica futura;
  2. gli spread traders che hanno lo scopo di guadagnare dalla differenza tra volatilità storica e volatilità implicita;
  3. i trader di copertura che utilizzano i volatility swap per coprire le posizioni corte nella volatilità.

L’investitore può acquistare un volatility swap con le aspettative rialziste sulla volatilità futura di un’azione o di un indice azionario.

Tensioni politiche, elezioni o involuzioni di particolari situazioni governative fanno schizzare le aspettative di volatilità futura sugli indici di borsa alle stelle come conseguenza di un valore della volatilità implicita maggiore come leading indicator di una volatilità storica futura dell’azione o dell’indice azionario sottostante.
Così facendo riuscirà a ottenere un guadagno derivante dalla differenza tra volatilità del titolo e volatilità implicita dell’opzione.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories