Vito De Filippo: ecco chi è il nuovo sottosegretario al MIUR

Sottosegretari al MIUR: al posto di Faraone arriva Vito De Filippo. Conferma per Toccafondi e D’Onghia.

Vito De Filippo: ecco chi è il nuovo sottosegretario al MIUR

MIUR: nominato il nuovo sottosegretario all’Istruzione.

Si tratta di Vito De Filippo che ha preso il posto di Davide Faraone, destinato alle Infrastrutture. Confermati invece gli altri due sottosegretari, Gabriele Toccafondi e Angela D’Onghia.

Dopo la sostituzione di Stefania Giannini con Valeria Fedeli, quindi, è toccato a Davide Faraone fare le valige. Al suo posto arriva il nuovo sottosegretario Vito De Filippo, nominato oggi dal Governo Gentiloni.

Il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli ha mandato subito un messaggio d’auguri per un buon lavoro ai nuovi sottosegretari, aggiungendo che già nella giornata di domani li riunirà per condividere con loro “priorità e linee di azione messe a punto in questi giorni a seguito dei primi momenti di confronto avuti al Ministero con alcuni rappresentanti dei nostri settori

Chi è Vito De Filippo, il nuovo Ministro dell’Istruzione?

Immaginiamo che molti di voi, dopo quanto successo con il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, si stanno chiedendo se Vito De Filippo è laureato oppure no. Ebbene sì, il nuovo sottosegretario all’istruzione è laureato in filosofia, e con tanto di lode.

Il suo legame con la scuola, però, si conclude qui. Inizialmente infatti Vito De Filippo diventa giornalista collaborando con vari giornali e testate nazionale e anche per l’emittente Tele Norba. A Vito De Filippo si devono comunque diverse pubblicazioni di volumi di filosofia dedicati specialmente allo studio di Benedetto Spinoza.

La sua carriera politica inizia a soli 26 anni, quando Vito De Filippo diventa assessore provinciale alla Sanità nel Consiglio Provinciale di Potenza. Nel 1995 diventa consigliere regionale della Basilicata, regione di cui è originario. Dopo essere stato riconfermato consigliere nel 2000, Vito De Filippo nel 2003 viene eletto presidente del Consiglio regionale della Basilicata, vincendo le elezioni appoggiato da una coalizione di centrosinistra.

Il 28 febbraio del 2014 arriva la sua grande occasione politica, dal momento che è stato nominato sottosegretario alla Salute da Renzi. E adesso, dopo soli due anni, per lui è arrivato l’arduo compito di guidare il Miur in questa fase di rinnovamento.

Chi è Vito De Filippo? L’inchiesta sui rimborsi e la condanna della Corte dei Conti

Nel 2013, quando De Filippo era Presidente della Regione Basilicata, la Procura di Potenza ha arrestato due assessori della sua giunta (Vincenzo Viti e Rosa Mastrosimone) e il capo dell’opposizione (il capogruppo PDL Nicola Pagliuca) per peculato nello scandalo rimborsi ai gruppi regionali.

In seguito all’arresto, De Filippo scioglie il consiglio regionale nominando una nuova giunta con il compito di traghettare la regione al voto. De Filippo, che figura nel registro degli indagati, formalizza le proprie dimissioni nel novembre del 2013 dichiarando che “l’inchiesta deturpa l’immagine della Basilicata, con ipotesi forse non penalmente gravi, ma umanamente odiose”.

Nel gennaio del 2015 però arriva la decisione della Corte dei Conti di Potenza di condannare De Filippo al risarcimento del danno prodotto alla Regione Basilicata, tramite il pagamento di 2.641,52€. In totale sono state condannate 21 persone tra amministratori e consiglieri regionali, per un totale di 196mila euro di risarcimento.

Come possiamo leggere nelle motivazioni della sentenza, infatti, la Corte dei Conti dopo aver esaminato i documenti di spesa ha accertato l’effettivo “malcostume da parte dei consiglieri regionali diretto ad ottenere un illegittimo rimborso di ingiustificate spese, principalmente di vitto e alloggio”.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro"

Argomenti:

MIUR Biografie

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.