Veneto Banca: per la cessione dei crediti deteriorati si pensa a modello Mps

Antonio Atte

24/08/2016

Veneto Banca studia con il fondo Atlante un piano per la cessione dell’ammontare degli Npl. Ecco la road map dell’istituto di Montebelluna.

Veneto Banca: per la cessione dei crediti deteriorati si pensa a modello Mps

Veneto Banca: modello Mps per la cessione delle sofferenze? - L’obiettivo è cedere l’intero ammontare dei crediti deteriorati e poi, varati i conti semestrali, tentare di recuperare terreno sul fronte della redditività. Sullo sfondo rimangono sempre alleanze di natura commerciale (e forse qualcosa di più) con la Popolare di Vicenza, poi toccherà pensare anche alle azioni di responsabilità nei confronti dei passati vertici.

La strada per Veneto Banca - dopo l’ok dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato all’ingresso del Fondo Atlante nel capitale di Montebelluna con il 97,64% - sembra ormai tracciata.

Stando a quanto riportato dal Sole24Ore, l’istituto veneto è al lavoro con il fondo Atlante per la cartolarizzazione dell’intero pacchetto di Non performing loans (3,6 miliardi di sofferenze lorde, pari a 1,7 miliardi di crediti deteriorati netti in seguito agli accantonamenti) sulla base dello stesso schema adottato per il Monte dei Paschi di Siena, che lo scorso 29 luglio ha ricevuto dalla Banca Centrale Europea l’ok al piano di salvataggio.

Veneto Banca: il 1° settembre si riunirà il primo cda

I primi incontri tra i vertici di Veneto Banca e gli esponenti del fondo controllato dalla Quaestio Sgr di Alessandro Penati - rivela il quotidiano economico - avrebbero avuto luogo nelle scorse settimane, mentre il varo definitivo dell’operazione è previsto per i primi giorni di settembre.

In quel periodo il presidente e l’amministratore delegato di Veneto Banca, Beniamino Anselmi e Cristiano Carrus, si recheranno a Francoforte per comunicare all’Eurotower in che modo intendono procedere al risanamento dell’istituto.

Il cda targato Atlante - dopo l’investitura ricevuta l’8 agosto - si riunirà per la prima volta il prossimo primo settembre. Poi sarà la volta dell’approvazione dei conti semestrali.

Veneto Banca: i dati dell’esercizio 2015

Per l’anno 2015 Montebelluna ha riportato un utile netto d’esercizio in rosso di 881,9 milioni, a fronte del passivo di 968,4 milioni del 2014. Il margine di intermediazione dell’anno scorso si attesta sui 946,7 milioni (855,0 nel 2014), mentre il margine di interesse è sceso dai 512,5 milioni del 2014 ai 505,1 milioni dell’anno scorso.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo