Ultimi sondaggi, la classifica dei leader e i giudizi sul governo: chi sale e chi scende

Sondaggi politici: sprofonda Salvini, impennata di fiducia in Zingaretti. Aumentano i giudizi positivi sul governo Conte.

Ultimi sondaggi, la classifica dei leader e i giudizi sul governo: chi sale e chi scende

Dopo aver parlato delle intenzioni di voto EMG per Agorà dell’8 ottobre 2020, scopriamo quali sono i dati, elaborati dallo stesso istituto, che misurano la fiducia nei leader politici e i giudizi sul governo Conte bis. Le variazioni percentuali indicate, sono riferite ai sondaggi precedenti effettuati lo scorso 25 giugno.

Sondaggi politici: crolla Salvini, boom Zingaretti e Toti

In testa alla classifica stilata sulla fiducia nei leader, per l’ennesima volta primeggia il Premier Giuseppe Conte con il 44% dei consensi, in rialzo di un punto. Al secondo posto c’è Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia cresce di un punto e allunga notevolmente il suo vantaggio su Matteo Salvini. Infatti, il leader della Lega resta sul podio ma perde ben quattro punti e precipita al 30%.

In forte crescita la fiducia nel segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, che passa dal 24% al 27%. Al quinto posto, pari merito, due presidenti di regione: Luca Zaia (Veneto) e Stefano Bonaccini (Emilia Romagna) al 22%, entrambi stabili dopo circa 3 mesi e mezzo.

Il leader di Azione Carlo Calenda cede due punti e scende al 21%, mentre Luigi Di Maio resta fermo al 20%. Il ministro degli Affari Esteri è raggiunto da Silvio Berlusconi che sale di un punto e dal confermato governatore della regione Liguria Giovanni Toti che guadagna ben quattro punti.

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi è stabile al 15%. In calo di due punti Vito Crimi, attuale leader del Movimento 5 Stelle che crolla al 10%.

La fiducia nel governo

I giudizi positivi aumentano, ma crescono anche i giudizi negativi. Potrebbe sembrare un errore, ma non lo è. Infatti, questa anomalia è dovuta al crollo percentuale di chi preferisce non esprimersi, che passa dal 18% al 10%.

I giudizi positivi sul governo Conte giallorosso passano dal 35% al 40%. Raddoppiano gli italiani che vi ripongono molta fiducia (dal 4% all’8%), crescono dal 31% al 32% coloro che ne ripongono abbastanza.

I giudizi negativi passano dal 47% al 50%, ma la forbice con quelli positivi diminuisce del 2%. Il 18% degli italiani ha poca fiducia nel governo Conte, una percentuale in flessione del 4%. Ma è anche importante sottolineare che coloro che non hanno nessuna fiducia, salgono di sette punti, dal 25% al 32%.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories