Trimestrale Ferrari: mercato deluso da conferma guidance

Pur avendo evidenziato una crescita dei principali aggregati, la trimestrale di Ferrari ha deluso gli operatori, delusi dal mancato rialzo della guidance per il 2019. Pesante la reazione del titolo a Piazza Affari

Trimestrale Ferrari: mercato deluso da conferma guidance

Oggi Ferrari ha pubblicato i conti del secondo trimestre 2019. Nei primi tre mesi dell’anno, il Cavallino rampante ha registrato ricavi per 984 milioni di euro, in aumento del 6,8% (cambi costanti) rispetto al medesimo lasso di tempo del 2018. Nel periodo, la società ha reso noto di aver venduto 2.671 vetture, l’8,4% in più rispetto all’anno precedente.

Cresce anche l’Ebitda Adjusted, che sale a 314 milioni di euro sui 290 milioni registrati nel periodo aprile-giugno 2018. Secondo la nota pubblicata dalla casa automobilistica di Maranello, l’Ebitda Adjusted ha trainato la crescita del free cash flow industriale, pari a 139 milioni di euro.

In progresso anche l’utile netto, che passa da 160 milioni di euro del primo trimestre 2018 a 184 milioni di euro (0,97 euro per azione).

Al 30 giugno 2019, l’indebitamento si è attestato a 353 milioni di euro, in flessione sui 370 milioni al 31 dicembre 2018 ma in crescita sui 192 milioni al 31 marzo scorso.

L’aumento del debito da fine marzo è dovuto, spiega la nota, agli effetti sulla cassa dalla distribuzione dei dividendi (pari a 195 milioni di euro) e al riacquisto di azioni proprie per 99 milioni. Oltre a questo, le passività per leasing per l’adozione dell’IFRS 16 è di 63 milioni di euro.

In sintesi, i risultati del secondo trimestre 2019 per Ferrari sono:

  • Ricavi a 984 milioni di euro;
  • Ebitda Adjusted a 314 milioni di euro;
  • Utile netto a 184 milioni di euro.

Trimestrale Ferrari: confermata la guidance

Ferrari ha confermato la guidance per l’intero anno, aspettandosi ricavi netti superiori a 3,5 miliardi di euro, un Ebitda Adjusted a 1,2-1,25 miliardi di euro e un free cash flow industriale sopra i 550 milioni di euro.

Azioni Ferrari crollano dopo la pubblicazione dei conti

Dopo la pubblicazione dei conti del secondo trimestre 2019, le azioni Ferrari sono crollate, lasciando sul terreno un momentaneo 4,45%, attestandosi a 142,75 euro. A deludere gli operatori sarebbe stato il mancato rialzo della guidance dopo un solido inizio dell’anno.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.