Trimestrale Morgan Stanley: i bond spingono i conti del Q3

Con i numeri di Morgan Stanley si chiude il mini ciclo dei big del comparto bancario a Wall Street.

Trimestrale Morgan Stanley: i bond spingono i conti del Q3

La prima parte della nuova earning season a stelle e strisce si è chiusa con i numeri migliori del previsto di Morgan Stanley, da sempre la più piccola delle “Bix Six”, le sei maggiori banche di Wall Street (Bank of America, JPMorgan, Citigroup, Wells Fargo, Goldman Sachs e, appunto, Morgan Stanley).

A circa un’ora e mezza dall’avvio delle contrattazioni a Wall Street, le azioni Morgan Stanley segnano un rialzo del 3,46 per cento a 44,29 dollari. Nelle ultime cinque sedute il titolo della banca guidato da James Gorman segna un rialzo di oltre 7 punti percentuali, pari a 3 dollari tondi.

Trimestrale Morgan Stanley: fatturato a 10 miliardi, utile a 2

Tra luglio e settembre i conti della banca hanno evidenziato ricavi e utile maggiori delle stime visto che l’andamento delle divisioni “institutional securities” e “investment management” ha compensato la debolezza della gestione patrimoniale.

Nei tre mesi, la banca fondata da Henry Morgan e Harold Stanley ha registrato un giro d’affari di 10,03 miliardi di dollari, +2% rispetto a un anno prima. Gli analisti avevano stimato ricavi in calo a 9,59 miliardi di dollari.

Balzo per il margine di interesse , +30% a 1,22 miliardi (consenso 963 milioni), mentre l’utile netto è passato da 2,02 a 2,06 miliardi di euro, per un risultato per azione (eps, earning per share) di 1,27 dollari, 16 centesimi in più rispetto agli 1,11 dollari attesi.

Trimestrale Morgan Stanley: bene il reddito fisso

“La costanza delle nostre performance è la prova della stabilità del nostro modello di business”, ha detto Gorman. “Restiamo impegnati nel controllo delle spese e siamo ben posizionati nell’attuazione delle nostre strategie di crescita”.

Nel terzo trimestre la divisione reddito fisso ha generato ricavi extra per 251 milioni di dollari a fronte di un dato relativo l’azionario che non ha fatto registrare variazioni rispetto a 12 mesi prima.

In difficoltà, come detto, la divisione gestione patrimoniale (la seconda per grandezza dopo l’investment bank), che ha visto il fatturato scendere di 1 punto percentuale a 4,36 miliardi.

Trimestrali Wall Street: numeri da record per JPMorgan

I numeri trimestrali di Morgan Stanley chiudono il ciclo dei big del comparto finanziario: numeri da record sono stati diffusi da JPMorgan Chase, indicazioni tutto sommato positive sono arrivate da Citigroup e Bank of America mentre i risultati di Goldman Sachs e Wells Fargo hanno fatto storcere il naso a più di un commentatore.

LEGGI ANCHE:
TRIMESTRALI WALL STREET: GOLDMAN SACHS DELUDE, NUMERI DA RECORD PER JPMORGAN

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Morgan Stanley

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.