Il presidente della FIA, Jean Todt, assicura che il suo amico Michael Schumacher riceve cure per poter tornare a una vita più normale dal momento del suo incidente. Il francese augura il meglio anche al figlio del Kaiser, Mick Schumacher, per il suo debutto in Formula 1 il prossimo anno con Haas.

Jean Todt parla del suo amico Michael Schumacher

Todt ha sempre voluto essere discreto riguardo allo stato di salute attuale del suo amico Michael Schumacher. Il francese ha però rivelato che dopo l’incidente Schumacher ha ricevuto cure per tornare a una vita più normale.

L’ex numero uno della Ferrari ha dichiarato che preferisce essere discreto sulla situazione del leggendario campione del mondo che nel dicembre del 2013 ha subito un gravissimo incidente sugli sci.

Il francese ha ribadito che il 7 volte campione del mondo lotta per tornare ad una vita normale

Todt ha ribadito che Michael Schumacher da allora sta ricevendo tutte le cure del caso con l’obiettivo di tornare ad una vita più normale possibile. Il Presidente della FIA lo ha dichiarato nel corso di un’intervista per il quotidiano francese Ouest-France, in occasione della presentazione del suo libro «Milioni di vite da salvare ... sulle strade del mondo».

D’altronde è molto contento che Mick Schumacher debutterà in Formula 1 il prossimo anno. È chiaro che il giovane tedesco è un pilota di grande talento e che potrebbe essere in grado di eguagliare le prestazioni di Romain Grosjean e Kevin Magnussen in questa stagione.

Todt ha anche detto di essere molto felice per l’approdo in Formula 1 di Schumi Jr.

Todt ha detto di essere estremamente felice del debutto di Mick Schumacher in Formula 1 in quanto per lui si tratta di una persona di famiglia essendo figlio del suo caro amico e conoscendolo da quando è nato.

Il francese riconosce di avere un affetto speciale per lui. “Ha qualità per sfruttare al meglio questa occasione e sarà in grado di eguagliare le prestazioni dei piloti che Haas ha avuto quest’anno ", ha aggiunto.

«Se un giorno avrà una macchina come la Mercedes, otterrà risultati migliori. Quello che possiamo aspettarci da lui e dalla Formula 1 è che nei prossimi anni ci saranno più vetture che potranno avvicinarsi alla Mercedes», ha commentato Todt in chiusura.