TicketOne, il Garante apre un’istruttoria per abuso di posizione dominante

TicketOne è nel mirino del Garante della Concorrenza e del Mercato: aperta un’istruttoria per accertare l’esistenza di un abuso di posizione dominante.

TicketOne, il Garante apre un'istruttoria per abuso di posizione dominante

Si riaccendono i fari su TicketOne. La società di vendita di biglietti per manifestazioni e concerti che fa capo alla tedesca CTS Eventim, dopo il caso del secondary ticketing è infatti ora nel mirino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

L’organismo di controllo, in collaborazione con la Guardia di Finanza, ha avviato un’istruttoria per accertare l’esistenza di un abuso di posizione dominante da parte di TicketOne, ipotizzando degli accordi privilegiati con alcuni promoter live.

Il Garante contro TicketOne

Negli ultimi tre anni, TicketOne sui vari eventi live ha raggiunto una fetta di mercato quasi dell’80% per quanto riguarda i ricavi, lasciando gli altri operatori a spartirsi le proverbiali briciole.

Tra il 2002 e il 2017, grazie a un accordo di ferro con dieci società organizzatrici di concerti, TicketOne ha avuto la possibilità di vendere online circa il 40% dei biglietti. Scaduti i termini, adesso anche tramite la CTS Eventim, che la controlla, ha rinnovato questi contratti.

Una situazione questa dove però l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato vuole vederci chiaro, aprendo una istruttoria per abuso di posizione dominante in violazione delle regole sia nazionali che comunitarie.

TicketOne, che detiene una posizione dominante nel mercato dei servizi di ticketing per eventi di musica live (concerti pop e rock) avrebbe secondo l’Autorità "attuato una strategia escludente per vincolare alla sua piattaforma di ticketing i più importanti organizzatori (promoter) di eventi di musica live attivi in Italia, precludendo così alle piattaforme di ticketing concorrenti l’accesso a un input necessario per competere sul mercato, ossia i biglietti per i concerti.

Questo è quanto si legge in una nota dell’Antitrust. In particolare, il vincolo di esclusiva presente nel contratto siglato con i promoter, risulterebbe particolarmente stringente sul canale online, che costituisce oggi il principale mezzo di distribuzione dei biglietti per questa tipologia di eventi.

Una strategia che secondo l’Autorità alla fine potrebbe danneggiare anche i consumatori visto che, grazie alla sua posizione, TicketOne può praticare prezzi per la pre-vendita dei biglietti degli eventi di musica live superiori a quelli concorrenziali.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Concerti

Argomenti:

Concerti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.