Telegram: cos’è e come funziona? Guida

Telegram è un’app di messaggistica istantanea, prima alternativa a WhatsApp: la guida completa.

Telegram: cos'è e come funziona? Guida

Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea che presenta alcune somiglianze con WhatsApp, ma in realtà sono numerosi i punti di distacco tra le due app.

Telegram nasce dall’idea di Pavel Durov, giovane imprenditore russo ed ex studente dell’Università statale di San Pietroburgo, insieme a suo fratello Nikolai. Tra le altre cose, i fratelli Durov hanno fondato anche il social network VK (VKontakte, che in italiano significa letteralmente “in contatto”).

L’anno di nascita di Telegram risale al 2013, quattro anni più tardi rispetto al suo diretto concorrente WhatsApp. Pavel Durov sapeva che per ottenere successo avrebbe dovuto proporre qualcosa di diverso, come effettivamente ha fatto.

Nel corso degli ultimi anni, numerosi utenti si sono avvicinati a Telegram perché delusi dai down che hanno colpito l’app concorrente.

Un altro fattore importante da considerare nella vicenda è la sicurezza di WhatsApp, più volte finito sotto attacco dai suoi detrattori, i quali spingono molto sulle polemiche legate alla composizione dell’impero Zuckerberg (WhatsApp, Instagram, Facebook).

Di seguito spiegheremo in maniera approfondita cos’è Telegram, menzionando anche i servizi Telegram X e Telegram Web.

Ci soffermeremo poi su come funziona Telegram, rispondendo alle domande più frequenti degli utenti sull’utilizzo dell’applicazione.

Cos’è Telegram

Telegram è la terza app di messaggistica istantanea più usata dagli italiani, dietro soltanto a WhatsApp e Facebook Messenger. In Italia nove milioni di utenti usano Telegram, contro i 31,7 di WhatsApp e i 23 dell’app proprietaria di Facebook, secondo i dati pubblicati di Audiweb powered by Nielsen.

Al primo accesso, l’applicazione si presenta così: “L’app di messaggi più veloce al mondo. È gratuita e sicura”. In due frasi molto brevi si evince il manifesto di Telegram, riuscire cioè a battere la concorrenza di WhatsApp e diventare l’app di messaggi numero uno al mondo.

Scorrendo con uno swipe da destra a sinistra, il team di Telegram fa sapere all’utente quale sia l’altra grande differenza con WhatsApp: le chat e i file multimediali non hanno limiti di dimensione.

Inoltre, Telegram è basato sul cloud. Ciò permette agli utenti di accedere all’app di messaggistica da più dispositivi diversi e visualizzare le chat aggiornate in tempo reale.

Rispetto a WhatsApp, Telegram ha introdotto tante altre novità quali supergruppi, canali, chat segrete e bot. Tutti elementi di cui spiegheremo il funzionamento nel capitolo successivo in cui ci soffermeremo sul funzionamento dell’app.

Prima però presentiamo le caratteristiche più importanti di Telegram X e Telegram Web, che potremo definire come le due varianti di Telegram.

Telegram X

Telegram X è una versione indipendente rispetto a Telegram. È importante sottolineare che Telegram X è un’app ufficiale, dal momento che viene gestita dallo stesso team di Telegram.

Per chiarire cosa cambia tra le due app, bisogna considerare Telegram X come una versione beta, dove vengono fatte confluire le novità più rilevanti apportate dagli sviluppatori e che in futuro verranno implementate su Telegram. Non è sbagliato pensare o affermare che in futuro Telegram X possa sostituire di fatto Telegram.

Ecco le principali differenze tra Telegram X e Telegram:

  • Modalità notte. Usando Telegram X gli utenti possono scegliere se adottare o meno la Night Mode, diventata molto popolare online dopo la sua introduzione nel browser Chrome da parte di Google. In realtà la Modalità Notturna è disponibile anche su Telegram, anche se non è attiva di default (Menu > Impostazioni > Impostazioni chat > Modalità notte automatica).
  • Temi e chat. Su Telegram X si possono inoltre scegliere i Temi della chat, disponibili in Impostazioni. Il percorso da compiere è Menu > Impostazioni > Temi e chat. Da qui poi si ha l’opportunità di deselezionare le bolle predefinite nelle chat, cambiare il set di emoji, aggiungere le bolle nei canali, modificare il colore del tema in base ai colori disponibili e agire sulla programmazione della Modalità notte.
  • Interfaccia più intuitiva. La differenza più importante tra Telegram X e Telegram consiste nella maggiore immediatezza dell’interfaccia della prima anziché della seconda app. Un utente normale si rende conto dopo pochi secondi come le operazioni su Telegram X avvengono con una maggiore velocità grazie alle scelte operate dagli sviluppatori nell’esperienza d’uso dell’app. Ad esempio, nella barra in alto figura da subito la voce Chiamate, mentre con l’app “normale” bisogna completare un passaggio in più (tap sull’icona del menu in alto a sinistra). Stesso discorso per l’attivazione o la disattivazione della Modalità notte. Su Telegram X è attiva di default, ma la si può togliere in due tocchi (Menu > Modalità notte). Nell’applicazione Telegram l’utente deve compiere quattro passaggi (Menu > Impostazioni > Impostazioni chat > Modalità notte automatica), vale a dire il doppio di quelli richiesti in Telegram X.

Telegram Web

Telegram Web è il servizio disponibile per gli utenti Telegram che desiderano usare il servizio di messaggistica istantanea dal computer. Per accedere è sufficiente collegarsi alla home page del sito e inserire il proprio numero di telefono nel campo apposito, quindi pigiare su Avanti per confermare.

Le funzionalità di Telegram Web riprendono quelle già viste nelle app Telegram e Telegram X. Rimane ad esempio la possibilità di inviare messaggi vocali, videomessaggi e link condivisi, oltre ai tradizionali contenuti multimediali.

Nessuna novità nemmeno tra le impostazioni dell’account, da cui si ha accesso cliccando sull’icona del menu posizionata in alto a sinistra. Importante comunque sottolineare come la versione per desktop permetta di apprezzare la funzionalità della sincronizzazione cloud sviluppata dal team di Telegram.

Come funziona Telegram

Per iniziare a usare Telegram è indispensabile inserire il proprio numero di telefono nel campo richiesto, dopo aver pigiato su Inizia a messaggiare. Il passaggio successivo richiesto è l’inserimento del nome (il cognome è invece facoltativo).

Una schermata avvisa quindi l’utente che per chattare con Telegram bisogna aver compiuto almeno 16 anni. Nello stesso avviso sono posti altri paletti, già presenti in altri servizi: no a spam e truffe nei confronti di altri utenti, no alla promozione della violenza in chat, divieto inoltre di pubblicazione di contenuti pornografici.

Arrivati a questo punto, dopo aver dato il via libera all’app di accedere ai contatti, così da trovare chi dei propri amici utilizza Telegram, si è pronti ad avviare la prima chat. Per farlo è sufficiente tappare sull’icona della matita, presente in basso a destra.

Aggiungere contatti

Come aggiungere contatti su Telegram? Aprire Telegram, quindi fare tap sull’icona del menu e selezionare la voce Contatti presente nel menu a scomparsa appena aperto. A questo punto si ha a disposizione la funzione Invita amici o l’inserimento manuale del contatto che desideriamo.

Selezionando l’opzione Invita amici appare la lista dei contatti salvati in rubrica. Se, invece, si fa tap sull’icona + in basso a destra, viene visualizzata una nuova finestra dove occorre inserire il nome e il numero di telefono del contatto.

Chat segreta

Come funziona la chat segreta di Telegram? Nella chat segreta le eventuali informazioni che due utenti Telegram si scambiano tra loro sono gestite con la crittografia end-to-end, dunque i messaggi sono visibili soltanto ai due utenti.

Inoltre, i messaggi con crittografia end-to-end non possono nemmeno essere memorizzati dal servizio cloud usato da Telegram, restano soltanto nei dispositivi delle due persone interessate. A indicare la segretezza della conversazione è l’immagine di un lucchetto chiuso che appare accanto al nome del destinatario.

A disposizione dei due utenti c’è anche una funzionalità extra che consente loro di impostare un timer, alla conclusione del quale il messaggio si autodistrugge. L’impostazione del timer va da un tempo minimo di un secondo a un periodo massimo di sette giorni (il contenuto verrà eliminato in automatico dal sistema su entrambi i dispositivi).

Per creare una chat segreta basta andare nel menu principale dell’app e pigiare sulla funzione Nuova chat segreta. Subito dopo si aprirà una nuova schermata, dove si dovrà selezionare il contatto presente in rubrica con cui si vuole iniziare una conversazione quanto più sicura possibile.

Sulla crittografia end-to-end e le altre questioni relative alla privacy, segnaliamo la lettura dell’approfondimento in cui abbiamo discusso se sia meglio WhatsApp o Telegram.

Canali

Come creare un canale Telegram? La creazione di un nuovo canale su Telegram richiede l’apertura del menu, un tap sulla voce Nuovo canale, quindi un altro tap su Crea nuovo canale. Nella nuova schermata digitare il nome del canale che si vuole realizzare, aggiungere poi una foto che lo rappresenti al meglio e una descrizione (campo opzionale). Per proseguire avanti fare tap sul segno di spunta posizionato in alto a destra.

Arrivati a questo punto si può scegliere se rendere il canale pubblico o privato, scegliendo il permalink. Se si opta per il canale pubblico, esso sarà visibile a tutti gli utenti nella ricerca su Telegram. La creazione di un canale privato costringe invece il proprietario a rilasciare inviti su inviti ai propri contatti.

Non resta ora che lasciare il primo messaggio o post sul canale, utilizzando il campo Broadcast. Di fatto, il canale Telegram è molto simile a una newsletter 2.0, andando a superare i limiti di qualsiasi servizio gratuito che si è scelto in precedenza per il proprio sito Internet, tra cui la versione base di MailChimp. Ad esempio, il numero di membri che si possono iscrivere al canale è illimitato.

Bot

Cosa sono i Bot di Telegram? I Bot sono software speciali capaci di gestire in automatico alcune attività basilari, sostituendosi di fatto agli umani. Su Telegram sono ad esempio disponibili i Bot per la creazione di sondaggi, la visualizzazione dell’oroscopo del giorno o la ricerca di un’immagine correlata a una determinata parola chiave.

La ricerca dei Bot su Telegram è di una facilità disarmante. Infatti basta andare nella schermata principale dell’applicazione, fare tap sulla lente d’ingrandimento e digitare @StoreBot per poi pigiare su Invio.

@StoreBot non è altro che un “mercato” dove vengono classificati tutti i Bot presenti in Telegram. Gli utenti possono sbizzarrirsi nel trovare i Bot per cui nutrono maggiore interesse.

Sullo stesso argomento consigliamo la lettura dell’articolo su Neomobile e la guida alla disattivazione dei Bot.

Gruppi

I gruppi di Telegram sono di tre tipologie: privati, superprivati, superpubblici. Gli utenti Telegram possono trovare tramite la ricerca soltanto i gruppi superpubblici. Per accedere invece ai gruppi privati e superprivati è fondamentale ricevere l’invito da parte di un amministratore del gruppo.

Qual è la differenza tra gruppo privato e superprivato? Nel gruppo superprivato, a differenza del primo, gli amministratori possono moderare i contenuti della chat, cancellando i contenuti ritenuti non idonei alla natura del gruppo.

La capienza complessiva dei gruppi è pari a centomila membri. I gruppi possono essere cercati anche sui canali di Telegram, dove i creatori dei canali stessi sono soliti condividere i gruppi privati e superprivati ai nuovi iscritti.

Eliminare account

L’eliminazione di un account Telegram richiede l’accesso alla pagina di disattivazione del servizio di messaggistica istantanea disponibile a questo indirizzo. Una volta entrati occorre digitare il numero di telefono usato per la registrazione del profilo dopo l’installazione dell’app.

Si riceverà quindi un codice alfanumerico sullo smartphone o sul dispositivo in cui è installata l’app, da copiare e incollare nel campo Code della pagina di disattivazione. Per completare l’operazione è necessario cliccare sul tasto Delete My Account.

Quando si sceglie di cancellare l’account di Telegram, per una nuova registrazione possono trascorrere diversi giorni, come viene segnalato nella pagina Delete Your Account prima di compiere il passaggio definitivo.

Se sei alla ricerca di un servizio come Telegram, ecco quali sono le altre migliori alternative a WhatsApp disponibili per Android e iOS.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.