Canale di Suez: perché la navigazione è sospesa? Già persi €100 milioni

Pierandrea Ferrari

25/03/2021

25/03/2021 - 14:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’autorità del canale di Suez ha annunciato la sospensione temporanea della navigazione dopo l’incidente occorso al portacontainer Ever Given.

Canale di Suez: perché la navigazione è sospesa? Già persi €100 milioni

L’autorità del canale di Suez, tramite il tenente generale Osama Rebie, ha annunciato di aver temporaneamente sospeso la navigazione dell’unico collegamento che permette alle navi di accedere al Mar Mediterraneo dall’Oceano Indiano, dopo che alcune imbarcazioni avevano tentato nei giorni scorsi di percorrere il tratto storico. La decisione, come noto, è legata al blocco del portacontainer Ever Given, battente bandiera panamense.

150, secondo le ultime segnalazioni, le navi in attesa, in un’impasse che ha già prodotto perdite fino a 100 milioni di euro a causa dell’interruzione dei traffici commerciali.

Suez, l’autorità sospende la navigazione

Il portacontainer Ever Given è lungo 400 metri e largo 59, e per smuoverlo dal canale gli operatori – con l’ausilio di otto rimorchiatori - stanno attingendo a tutto il loro arsenale, dalle draghe agli scavi, sperando anche in un apporto dell’alta marea.

La situazione, al momento, non si è sbloccata, e per questo l’autorità del canale ha deciso di sospendere la navigazione, almeno fino a quando il cargo non riuscirà a riprendere la sua rotta. Il blocco sarà utile ad imprimere una accelerata alle operazioni di disincagliamento in corso.

Smentite dunque le rassicurazioni del Governo egiziano che avevano iniziato a circolare già ieri pomeriggio, e che suggerivano la possibilità di un regolare transito attraverso il passaggio. Shoei Kisen Kaisha, armatore del cargo, ha parlato di una situazione ancora “estremamente difficile”, chiedendo scusa per i disagi causati dall’insabbiamento del portacontainer.

Perdite per 100 milioni di euro

Il traffico marittimo che passa per il canale di Suez ha un valore stimato di 9,6 miliardi di dollari al giorno, e non ha di fatto subito le congiunture negative della pandemia con il boom dell’e-commerce dell’ultimo anno. Il volume di merci passato per il canale nel 2020 è stato infatti di oltre 1 miliardo di tonnellate, sui livelli dell’anno precedente.

Secondo le fonti vicine all’autorità il blocco del collegamento ha già comportato costi pari a 100 milioni di euro, a cui sono da aggiungere anche gli indennizzi che l’amministrazione del canale si ritroverà a pagare per risarcire le navi bloccate.

Argomenti

# Egitto

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories