Stelle cadenti a luglio: quando e come vederle in Italia

Martino Grassi

09/07/2021

09/07/2021 - 13:12

condividi

Già a partire dal mese di luglio le stelle cadenti terranno con gli occhi puntati al cielo gli appassionati di astronomia. Ecco quando e come vederle in Italia.

Stelle cadenti a luglio: quando e come vederle in Italia

Non sarà necessario attendere la notte di San Lorenzo per ammirare le stelle cadenti, anche nel corso del mese di luglio sarà visibile uno degli sciami meteorici più belli, che terrà gli appassionati di astronomia con il naso all’insù. Si tratta delle Capricornidi conosciute anche come sigma Capricornidi.

Le condizioni atmosferiche di questo periodo saranno perfette per ammirare le stelle cadenti di luglio, dato che non sono previste piogge e nuvole, inoltre la Luna raggiungerà il novilunio questo sabato e dunque sarà praticamente invisibile, non essendo illuminata, rendendo il cielo più buio rispetto agli altri giorni. Ecco quando e come vedere le stelle cadenti in Italia.

Stelle cadenti a luglio: come e quando vederle in Italia

Nel corso del mese di luglio andranno in scena piogge di meteore nei nostri cieli. Il più interessante è senza dubbio quella delle Capricornidi, scoperte per la prima volta agli inizi del 1900. Il loro nome è legato all’origine dello sciame, che pare provenire da una porzione di cielo che coincide con quella della costellazione del Capricorno.

Le stelle cadenti saranno osservabili da tutta l’Italia, e l’orario migliore per farlo, come spiega l’Unione Astrofili Italiani, sarà dalle 23 con il culmine alle 3 di notte. I giorni in cui si dovrebbe vedere un maggior numero di stelle cadenti sono quelli tra l’11 e il 13 luglio, dato che la Luna si troverà nella fase di novilunio e dunque la sua luminosità non interferirà con quella delle stelle.

Per vedere al meglio le stelle cadenti bisognerà rivolgere gli occhi verso il quadrante del Capricorno, ossia la zona in cui c’è la costellazione del Sagittario, situata nei cieli meridionali per chi osserva dell’emisfero boreale. Per trovarla senza molte difficoltà è possibile aiutarsi anche delle specifiche app che riescono ad indicare le varie parti del cielo, come SkyView un’applicazione che tramite la realtà aumentata permette di individuare le stelle e i corpi celesti del nostro cielo.

I Pianeti visibili a luglio

Mentre si attende il passaggio di una stella cadente sarà possibile ammirare anche diversi Pianeti nel corso del mese. A partire dai primi giorni di luglio si potrà osservare Marte in compagnia di Venere, i due Pianeti raggiungeranno la loro massima vicinanza il 12 e il 13 luglio.

Durante le prime ore dell’alba sarà visibile anche Mercurio che rimarrà osservabile fino al 20 luglio, a patto di avere l’orizzonte libero. Dalla seconda metà del mese si inizieranno a vedere anche i Pianeti giganti e nella notte tra il 25 e il 26 luglio si potrà osservare la congiunzione tra Giove e la Luna. Nelle ultime ore della notte si potrà vedere anche Urano, mentre Nettuno, che si trova ancora in Aquario non sarà semplice da osservare.

Argomenti

# Italia
# Spazio

Iscriviti a Money.it