Stellantis via dalla Russia: azioni in rialzo

Violetta Silvestri

11/03/2022

11/03/2022 - 15:02

condividi

Azioni Stellantis reagiscono alla scelta della società di lasciare la Russia come misura contro l’aggressione dell’Ucraina: il titolo spicca il volo. Cosa ha deciso l’azienda?

Stellantis via dalla Russia: azioni in rialzo

Azioni Stellantis volano e fanno un balzo di oltre il 2% mentre si scrive: la società ha annunciato importanti novità in relazione alla guerra in Ucraina e alle ritorsioni verso la Russia.

Nello specifico, il quarto gruppo automobilistico mondiale ha deciso di sospendere nuovi investimenti nel territorio russo e di spostare la produzione di furgoni di Kaluga in Occidente.

L’azienda aveva già interrotto il flusso import/export dei suoi veicoli con lo Stato governato da Putin, in una decisione del 10 marzo.

Quanto peserà questa scelta sul bilancio Stellantis e quale esposizione ha in Russia?

La mossa di Tavares è premiata in Borsa e le azioni Stellantis scambiano in netto rialzo alle ore 14.45, con un guadagno del 2,60%.

Azioni Stellantis in corsa: stop produzione in Russia

“Non stiamo considerando nuovi investimenti in Russia”: così si è espresso oggi, 11 marzo, l’ad di Stellantis Tavares, aggiungendo la sua importante azienda all’elenco dei colossi mondiali che stanno abbandonano la produzione e la gestiiore di affari nello Stato di Putin.

Come risposta all’invasione dell’Ucraina dei russi, il gruppo automobilistico ha anche stoppato la produzione di furgoni solitamente svolta nello stabilimento di Kaluga. La stessa sarà dirottata in fabbriche occidentali.

In più, Stellantis ha fermato le attività di importazioni ed esportazioni di veicoli in Russia, facendo seguito alla decisione di Mosca di vietare l’export di beni prodotti nel Paese, anche automobili.

Le azioni Stellantis corrono dopo la novità e negoziano a 13,840 con un +2,70% alle ore 14.52.

Quanto peserà la guerra sul quarto gruppo automotive più importante al mondo? In termini di rifornimento di materie prime essenziali per motori di veicoli elettrici come il nichel, a prezzi crescenti, in realtà finora non ci sono stati molti disagi, come sottolineato dal ceo Tavares:...“perché la nostra base di approvvigionamento non è concentrata nell’Europa orientale”.

In termini di volumi, la produzione ucraina e russa di Stellantis pesa per l’1% e a Kaluga sono realizzati veicoli commerciali Citroen Jumpy, Peugeot Expert, Opel Vivaro, in quantità non rilevanti, comunque spostabili in altri impianti.

Argomenti

# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO