Paolo Gentiloni convocato al Quirinale da Mattarella per l’incarico esplorativo

Sergio Mattarella ha convocato Paolo Gentiloni al Quirinale per l’incarico: il ministro degli esteri è la prima scelta dell’ormai ex premier Matteo Renzi. Ecco gli aggiornamenti dell’ultim’ora.

Paolo Gentiloni sarà al colle questa sera: Sergio Mattarella, infatti, ha deciso di affidargli l’incarico di formare il nuovo Governo di transizione dopo le dimissioni di Matteo Renzi.

Non si tratta di una sorpresa. Nei giorni scorsi Matteo Renzi annuncia aveva anticipato che dopo le sue dimissioni, la crisi di Governo aperta si sarebbe conclusa con Paolo Gentioni - renziano della prima ora - come nuovo premier di transizione.
Crisi di Governo: dalle dimissioni di Renzi alla nomina di Paolo Gentiloni, attuale ministro degli esteri.

E’ lo stesso Matteo Renzi che ha annunciato su Facebook chi sarà il proprio successore alla guida del Governo del Paese.
E lo fa in modo sorprendente ed innovativo: dalla pagina Facebook “Matteo Renzi news”.

Il nuovo Governo guidato da Paolo Gentiloni dovrà guidare il Paese in una fase di transizione, fino alle prossime elezioni politiche che PD e Forza Italia vorrebbero tenere in primavera. Occorre prima aspettare la pronuncia della Consulta sull’Italicum e poi agire di conseguenza. Dubbi di Lega Nord e M5S in vista dell’ultimo giorno di consultazioni previsto per domani.

Ecco la biografia del probabile nuovo Presidente del Consiglio dei Ministri dopo le dimissioni di Matteo Renzi:
Chi è Paolo Gentiloni attuale ministro degli esteri?

Paolo Gentiloni nuovo Presidente del Consiglio dopo dimissioni Matteo Renzi: l’annuncio su Facebook

Ultim’ora: Sergio Mattarella ha convocato Paolo Gentiloni - probabile prossimo Presidente del Consiglio - al Quirinale.

Ecco l’annuncio apparso già nei giorni scorsi sulla pagina Facebook “Matteo Renzi news”:

Passa la mano a Paolo Gentiloni e si lancia alla nuova conquista del partito. Matteo Renzi, il 18 dicembre alla Assemblea Nazionale del Partito Democratico, aprirà di fatto la fase congressuale che si concluderà con le primarie nazionali, fatte tutte le verifiche temporali, a marzo 2017. Con l’ovvio obiettivo di rivincerle”.

Si tratta di una novità assoluta nella storia delle consultazioni per la risoluzione delle crisi di Governo. E già qualcuno parla di scorrettezza istituzionale.
Di fatto, il premier uscente Matteo Renzi ha anticipato quella che potrebbe essere - ma non è detto che lo sia - la scelta di Sergio Mattarella per il prossimo Presidente del Consiglio.

Paolo Gentiloni nuovo premier. Assemblea nazionale PD il 18 dicembre 2016: resa dei conti in arrivo, scissione possibile?

Lo stesso ex premier Matteo Renzi ha annunciato che il prossimo 18 dicembre 2016 si terrà l’assemblea nazionale del PD che aprirà la fase congressuale.
L’obiettivo? Manco a dirlo: vincere le prossime primarie DEM.

Si prepara, tuttavia, un inverno di fuoco (scusate l’ossimoro): probabile una resa dei conti all’ultimo sangue tra Matteo Renzi e Paolo Gentiloni da un lato e la minoranza dem dall’altro, con particolare riferimento alla vecchia corrente guidata da D’Alema e Bersani.

Paolo Gentioli nuovo premier: elezioni in primavera o dopo l’estate?

Ove Sergio Mattarella confermasse domani l’ipotesi di Paolo Gentiloni nuovo Presidente del Consiglio dopo le dimissioni di Matteo Renzi, la crisi di Governo andrebbe su scenari imprevisti.

A questo punto due sono le ipotesi probabili:

  • elezioni politiche in primavera dopo la sentenza della Corte Costituzionale sull’Italicum (ipotesi spinta - non si sa quanto sinceramente - da PD, Lega e M5S);
  • elezioni politiche dopo l’estate dopo che il Parlamento avrà elaborata una nuova legge elettorale valida sia per la Camera che per il Senato (ipotesi cara a Forza Italia e, come si sussurra malignamente da più parti, dai circa 600 parlamentari che dal 15 settembre in poi matureranno il diritto al nuovo vitalizio che chiamano pensione...).

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.