Selfie: la moda dell’era digitale diventa patologia

Uno studio Usa ha rilevato che fotografarsi in maniera ossessiva può essere sintomo di disturbi mentali. Siete anche voi affetti da ’SELFITE’?

La moda che spopola in rete tra giovani e meno giovani - l’ultima, orrenda, è quella di fotografarsi dopo aver fatto sesso - dei cosiddetti selfie - autoscatti in cui si ritrae se stessi in ogni luogo e momento della giornata - da molti considerato puro egocentrismo, risulta essere invece una vera e propria malattia.

Infatti, da un recente studio dell’APA – American Psychiatric Association – associazione degli psichiatri americani, le persone che praticano il selfie sono affette da un vero e proprio disturbo mentale.

L’associazione americana dà anche un nome a questa nuova patologia dell’era digitale ovvero SELFITE. Chi ne è colpito soffre di un desiderio compulsivo di realizzare fotografie di sé per poi pubblicarle e condividerle con il popolo dei social network.

Le ragioni, di questa ossessione/mania, sono da ricercare, sempre secondo l’APA, in una mancanza di autostima e di forte insicurezza. La pratica del selfie, appunto, sembra che vada a colmare il vuoto e l’insoddisfazione dei ’malati di autoscatti’.

Gli psichiatri americani hanno messo a punto anche una scala di valori per poter stabilire la gravità del proprio disturbo:

  • borderline è chi fotografa se stesso almeno tre volte al giorno, ma poi non pubblica le immagini online.
  • acuta chi scatta almeno tre fotografie di sé e le pubblica sul web.
  • cronica è invece quando si ha il desiderio incontrollabile di farsi autoscatti durante tutto l’arco della giornata, pubblicando le foto più di sei volte al giorno.

Secondo gli studi USA al momento non ci sarebbe una cura per questa patologia, ma si possono ottenere miglioramenti attraverso la Terapia Cognitivo-Comportamentale, CBT è l’acronimo in inglese.

Vi riconoscete in una delle tre forme di selfite?

E le celebrità?
Quando si parla di selfie è impossibile non pensare ai famosi autoscatti dei divi hollywoodiani – il più recente è quello scattato la notte degli oscar – e ai personaggi noti e meno noti del panorama dello spettacolo italiano.

Anche loro sono affetti da selfite? No, in questo caso, molto spesso, non si tratta di patologia ma di semplice e puro marketing. Anche se è difficile credere che non ci sia in loro una certa ossessione all’autoscatto...non credete?

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Argomenti:

Selfie

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.