Seggiolino anti abbandono con cuscino smart Tata

Creato da una start up italiana, il cuscino Tata è pensato per i seggiolini tradizionali e segnala l’abbandono.

Seggiolino anti abbandono con cuscino smart Tata

Si possono trasformare in seggiolini anti abbandono anche i modelli più vecchi grazie ad un cuscino intelligente capace di riconoscere la presenza del bebè non tramite la pressione ma tramite la conduttività elettrica, che invia messaggi e chiamate in caso di abbandono in auto.

Dal 1° luglio 2019 saranno obbligatori i seggiolini anti abbandono, ovvero dei modelli forniti di sensori che rilevano la presenza del bambino a bordo, collegati via bluetooth con il cellulare del genitore alla guida, che segnalano quando il bambino viene lasciato in auto.

Il provvedimento nasce per evitare altri drammatici casi di cronaca in cui l’amnesia dissociativa dei genitori è stata fatale per i bambini, rimasti in auto da soli per ore, e non è ancora chiaro se ammetterà anche altri dispositivi alternativi.

Alla Maker Fair di Roma, la start up italiana Filo ha lanciato un sistema che trasforma un normale seggiolino in un moderno modello anti abbandono, grazie ad un cuscino smart chiamato Tata.

Seggiolino anti abbandono con cuscino Tata

La start up ha presentato alla fiera degli artigiani digitali organizzata dalla Camera di Commercio di Roma un cuscino intelligente di piccole dimensioni.

Si chiama Tata ed è un dispositivo realizzato in Italia che va inserito nella seduta del seggiolino e rileva la presenza del bebè non tramite la pressione come nella maggior parte dei sistemi, ma tramite la conduttività elettrica, riuscendo a distinguere ad esempio se sul seggiolino c’è un bambino o delle buste della spesa.

In caso di dimenticanza, Tata invia un allarme al cellulare del genitore, e se non riceve risposta entro un minuto chiama 5 contatti di emergenza preimpostati inviando un sms con la posizione del veicolo.

Dispositivi anti abbandono

Tata permette di non cambiare il seggiolino ma si adatta a quello già esistente. Giorgio Sadolfo, amministratore della start up ha dichiarato:

Mi sono chiesto se potevamo creare qualcosa che consentisse di non spendere centinaia di euro per un nuovo seggiolino, e che rientrasse nel contributo di cui parla la legge di bilancio del 2019.

Il cuscino Tata è solo l’ultimo in ordine cronologico di diversi dispositivi creati appositamente per evitare l’abbandono dei piccoli in macchina, ma diversamente da questi come Tippy o Remmy, non si basa sulla pressione data dal peso, per evitare equivoci o segnalazioni inutili, e lancia l’allarme soltanto quando rileva la presenza di un bambino a bordo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Smart mobility

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.