Back to the 2022: se sono storie, resteranno (Cristiano Carriero)

Claudia Mustillo

05/01/2022

05/01/2022 - 15:34

condividi

Molto spesso associato a qualcosa di brutto e meschino, lo storytelling ha un forte potere: riesce a coinvolgere ed emozionare il pubblico grazie al racconto di una storia. Ecco i trend del 2022.

Lo storytelling, l’arte di raccontare storie, molto spesso è visto come qualcosa di negativo perché associato alle bugie e alle menzogne, come se raccontando le storie il nostro interlocutore - molto spesso il brand - volesse ingannarci e spingerci all’acquisto dei suoi prodotti. In verità lo storytelling è molto di più e non ha nulla a che vedere con la mistificazione. C’è anche, senza dubbio, chi racconta progetti o ideali che non corrispondo alla realtà aziendale solo per incentivare il pubblico ad acquistare e “sposare” il brand, ma in generale lo storytelling si costruisce su storie che rimangono nel cuore delle persone, perché le emozionano, ma che siano altrettanto vere e coerenti con i valori del brand.

Cristiano Carriero, co-fondatore de La Content (Academy e Factory), giornalista e blogger ci racconta quali sono i nuovi trend 2022 per lo storytelling. Al centro ci sono sicuramente contenuti e format. Il potere dello storytelling è quello di coinvolgere tutti con il racconto e le emozioni, ma questo può essere fatto solo se il contenuto è veicolato nella sua forma migliore. La sfida del 2022 è proprio quella di scegliere il formato migliore per la storia che dobbiamo raccontare.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO