Scuole aperte in zona rossa dopo Pasqua: parola di Bonetti

Teresa Maddonni

23/03/2021

23/03/2021 - 10:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le scuole potrebbero aprire dopo Pasqua anche in zona rossa almeno fino alle elementari e la conferma arriva dalla ministra della Famiglia Elena Bonetti.

Scuole aperte in zona rossa dopo Pasqua: parola di Bonetti

Scuole aperte dopo Pasqua anche in zona rossa. È questa l’intenzione del governo stando alle parole della ministra della Famiglia Elena Bonetti.

Le scuole potrebbero così riaprire anche in zona rossa a partire dal 7 aprile dopo Pasqua e Pasquetta, quando il Dpcm attualmente in vigore sarà venuto meno e con molta probabilità il governo Draghi andrà a definire nuove misure con un nuovo Dpcm.

A oggi con il Dpcm del 2 marzo in vigore dal 6 fino al 6 aprile e con il successivo decreto Covid le scuole sono chiuse fino a Pasqua in zona rossa fin dagli asili nido. Da dopo Pasqua quindi le scuole potrebbero tornare aperte anche in zona rossa, ma forse solo fino alle elementari.

Scuole aperte in zona rossa dopo Pasqua secondo Bonetti

Le scuole tornano aperte dopo Pasqua in zona rossa con buona probabilità almeno secondo le parole della ministra della Famiglia Bonetti. La ministra di Italia Viva sentita da SkyTG24 ha dichiarato infatti:

“La scuola è chiusa nelle regioni rosse e mi auguro che in questa settimana ci siano regioni che possano passare in zona arancione e quindi possano riaprire le scuole dell’infanzia, i nidi, la primaria e la secondaria di primo grado e 50 e 50 le scuole secondarie di secondo grado.”

E ancora sempre la ministra Bonetti ha aggiunto:

Già dopo Pasqua ritengo che in zona rossa, complice l’aumento delle vaccinazioni, dobbiamo rivalutare la possibilità di riaprire la scuola dell’infanzia e almeno la primaria. È ovvio che nel frattempo sarà aumentata la campagna vaccinale e diminuiti i contagi e l’Rt.”

Scuole aperte dopo Pasqua: le regole oggi

Le scuole potrebbero tornare aperte dopo Pasqua in zona rossa fin dagli asili nido, infanzia e almeno primaria secondo la ministra Bonetti.

Oggi le regole prevedono che in zona rossa le scuole siano tutte indistintamente chiuse tranne per uso dei laboratori e per gli studenti con bisogni educativi speciali o disabilità.

Il Miur ha stabilito che le scuole possono restare aperte in zona rossa anche ad altri studenti che abbiano tra i compagni di classe studenti BES o disabili attraverso un’organizzazione in turni.

In zona arancione, dove è prevista la Dad per le scuole superiori in una percentuale che va dal 50 al 75 %, le scuole possono chiudere, tutte, se c’è un’incidenza di casi pari a 250 per 100.000 abitanti su disposizione delle autorità locali.

Le scuole chiuse stanno creando non pochi disagi, non solo a bambini e ragazzi, ma anche ai genitori laddove congedi parentali e bonus baby sitter introdotti con il decreto Covid in vigore dal 15 marzo risultano insufficienti.

Per questo motivo molte Regioni si stanno mobilitando per il bonus baby sitter alle famiglie al di là delle misure nazionali.

Argomenti

# Scuola
# DPCM

Iscriviti alla newsletter

Money Stories