Saipem: sospese le attività marine per la costruzione del gasdotto South Stream

(Reuters) - Saipem, la società di costruzioni controllata da Eni, ha ricevuto una notifica per la sospensione di qualsiasi attività marina finalizzata alla costruzione del gasdotto South Stream che avrebbe dovuto portare il gas russo in Europa, utilizzando i balcani quali via di passaggio alternativa all’Ucraina.

La sospensione delle attività riguarda soprattutto le operazioni avviate dai mezzi navali italiani per la posa delle tubazioni del gasdotto nel Mar Nero. Gli appalti ottenuti da Saipem per la costruzione sia della prima che della seconda condotta del gasdotto avrebbero dovuto portare nelle tasche dell’azienda italiana circa 2,4 miliardi di euro.

Se la realizzazione del gasdotto South Stream dovesse essere definitivamente annullata, secondo l’Ad Umberto Vergine, Saipem potrebbe subire un impatto negativo che si aggira intorno a 1,250 miliardi di euro con sicure riduzioni dei ricavi del 2015.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.